consiglio comunale. SICUREZZA IN TRIBUNALE, GIOSTRA DELL‘ORSO E MULTE (IN CALO)

E lascio a denti secchi chi dice di pensare alla mia sicurezza e incolunità...
E lascio a denti secchi chi dice di pensare alla mia sicurezza…

PISTOIA. Il consiglio comunale di lunedì 23 novembre si è aperto con le comunicazioni. Ad aprire è stato il consigliere Rossi del Movimento 5 stelle che ha richiamato l’attenzione sul tema della sicurezza in Tribunale. A tale proposito, l’assessore Daniela Belliti ha precisato che nei mesi scorsi la polizia municipale non ha svolto funzioni di sicurezza, che non le competono, ma ha collaborato con le altre forze dell’ordine – nell’ambito di un accordo maturato in Prefettura – per vigilare e custodire gli ingressi delle sedi giudiziarie di proprietà comunale. Dall’inizio di settembre, ha proseguito la vicesindaco, le mansioni legate a manutenzione ordinaria, spese di custodia, vigilanza e sicurezza sono passate dai Comuni al Ministero di grazia e giustizia, mentre la manutenzione straordinaria è rimasta di competenza comunale.

Per accompagnare gradualmente questo passaggio di funzioni, grazie alla sottoscrizione di un’apposita convenzione, fino alla fine dell’anno il Comune continuerà comunque a fornire il proprio supporto per la manutenzione ordinaria degli immobili. Inoltre, è stato predisposto dall’amministrazione – e già finanziato dalla Fondazione Caript – un progetto per installare tornelli e videocamere nei due edifici giudiziari. Tale proposta è in attesa dell’autorizzazione della Sovrintendenza.

Il consigliere di Forza Italia Sabella ha chiesto, poi, all’amministrazione di prendere le distanze dal sondaggio svolto dall’istituto di ricerca PoieinLab sul futuro della Giostra dell’Orso. “Non vorrei che quei dati inficiassero il lavoro intrapreso nelle commissioni consiliari – ha evidenziato il consigliere di minoranza, con cui si sono detti d’accordo anche Rossi del Movimento 5 stelle e Tomasi di Pistoia Domani che ha sottolineato “non vorremmo che quel indagine venga scambiato per qualcosa di istituzionale”. Sul tema è intervenuta l’assessore Becheri, confermando che il lavoro non è stato commissionato dal Comune.

Sulle contravvenzioni agli automobilisti con ticket del parcometro scaduto si è concentrato Del Bino del Movimento 5 stelle. Il consigliere ha spronato l’amministrazione a individuare una soluzione alternativa alle multe in quanto “la normativa dice che deve essere pagata solo la differenza”. In linea con tale posizione anche Sabella di Forza Italia, mentre Sforzi del Gruppo misto ha chiesto di impostare un’ampia discussione sulle mansioni degli ausiliari del traffico, orientandoli maggiormente verso attività di “educazione civica”. Sul rapporto tra parcheggi gratuiti e a pagamento nei pressi del centro storico si è concentrato il consigliere Capecchi di Pistoia Domani, che ha auspicato anche una riflessione più dettagliata sulle modalità di sosta attuate a Pistoia. Richiesta anche l’attivazione della cosiddetta “sosta di cortesia”, ossia la possibilità di parcheggiare l’automobile per 15 minuti senza pagare la sosta.

A tale proposito il sindaco Bertinelli è intervenuto per sottolineare come il Comune non sia mai ricorso alle multe per “fare cassa”, tanto che le entrate da sanzioni al Codice della strada dal 2012 hanno registrato un progressivo decremento per una cifra di quasi 2 milioni di euro. Inoltre, nel bilancio di previsione 2015 si prevedeva 5,3 milioni di euro di entrate da sanzioni al codice della strada, che non sarà raggiunta; infatti, in fase di assestamento si prevede già una riduzione di tale previsione di almeno 800mila euro.

In aumento, le contravvenzioni ai regolamenti comunali, mentre il numero delle infrazioni rilevate dal nuovo autovelox installato sulla tangenziale è in progressiva diminuzione, da una media quotidiana di 80 nel mese di luglio ai circa 40 attuali, che sono destinate a diminuire ulteriormente, come accaduto per l’altro apparecchio. Il primo cittadino ha richiamato tutti alla necessità di una maggiore attenzione nell’affrontare la discussione sull’attività svolta dalla Polizia Municipale e dagli ausiliari del traffico, e di maggior rispetto per le persone il cui lavoro è quello di controllare il rispetto delle regole. In conclusione, il sindaco ha spiegato come tale discussione non possa e non debba avventurarsi sul terreno della interpretazione delle norme sulla base di arbitrarie indicazioni di natura politica (questo vale anche per le sanzioni relative al mancato pagamento del parchimetro regolate dagli articoli 7 e 157 del codice della strada).

Nella successiva comunicazione, il consigliere Del Bino (Movimento 5 stelle) ha chiesto agli uffici comunali maggiore attenzione nell’aggiornare i dati presenti sul sito istituzionale.

In una comunicazione, infine, il sindaco Bertinelli ha informato l’aula di aver provveduto ad integrare il Nucleo di valutazione dell’Ente. Al posto di Giuliano Palagi, dal primo ottobre passato al ruolo di assessore, entrerà in carica Edoardo Barusso.

[balloni – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento