consorzi di bonifica. GALLIGANI: «L’AUMENTO DELLA TASSA? UNA VERA STANGATA!»

Il indaco: «A poco è valsa la nostra tenace opposizione verso lo strapotere del Direttorio del Consorzio Basso Valdarno»

PONTE BUGGIANESE. Il Sindaco di Ponte Buggianese Pier Luigi Galligani interviene con una nota sull’aumento della tassa di bonifica da parte del Consorzio Basso Valdarno:

In questi giorni ai cittadini contribuenti è giunta la cartella contenente la tassa di Bonifica ed è una vera stangata con aumenti che vanno dal 35% al 100%, come si è letto sui giornali.

Purtroppo devo amaramente registrare che tale aumento, specialmente penalizzate in Valdinievole era stato profetizzato da tempo dallo scrivente e da altre persone che conoscono ed hanno a cuore l’argomento.

Come dimostrato dai fatti non si è trattato di aumenti lievi corrispondenti al prezzo di una pizza, come ci veniva minimizzato da alcuni soloni presenti all’assemblea consortile nella fase di illustrazione del nuovo piano di classifica.

Il sindaco Galligani

A poco è valsa la nostra tenace opposizione verso lo strapotere del Direttorio del Consorzio Basso Valdarno ed ha avuto scarso effetto anche il cercare di coinvolgere vari soggetti attraverso i comunicati e le azioni che hanno seguito la decisione dell’assemblea del 11 luglio 2016.

Credo, però, che si possa essere ancora in tempo a correggere queste storture se si intensifica la condivisione verso soluzioni più eque e più equilibrate sul territorio dell’intero comprensorio consortile.

Mi scuso se entro, per un momento, in una questione tecnica, ma la suddivisione dell’area vasta in un numero minore di Unità Idrografiche Omogenee, scendendo dalle attuali quattro a tre, se non due, potrebbe consentire una migliore perequazione degli importi senza danneggiare la potenzialità degli investimenti.

Così come una modifica puntuale dei criteri regionali potrebbe concorrere a tale finalità. Altrimenti non si comprende come i risparmi di sistema derivanti dall’accorpamento dei Consorzi debbano portare a queste salassate in capo ai cittadini, anzichè ad una maggiore capacità di intervento.

Ma credo che sia anche importante mettere mano alla Legge Regionale istitutiva dell’aggregazione dei Consorzi, sia nell’aspetto della governance, sia per quanto riguarda la suddivisione territoriale; come dice qualcuno le fusioni a freddo non sempre riescono bene. Almeno la nostra non sembra riuscita bene, almeno finora.

Pier Luigi Galligani

_____________

Diogene il cinico

LA LOGICA. È lo stesso partito di Galligani, votato dai ferventi piddìni, a sostenere queste politiche di “esproprio”… O no?

Diogene

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento