CONTAMINAZIONE ACQUE SOTTERRANEE, PROBLEMA DA AFFRONTARE

Fitofarmaci e pesticidi sono letali

PISTOIA. “Di recente Arpat ha pubblicato uno specifico dossier che ci ha preoccupato. La pubblicazione descrive la presenza di contaminazioni nelle acque sotterranee, superficiali e di quelle destinate alla potabilizzazione nella provincia di Pistoia.

Pochi forse sanno che entro il 2021 la piana pistoiese deve raggiungere l’obiettivo di Buono Stato ecologico per la classificazione dei corpi idrici superficiali.

Ci sembra chiaro che con questi dati 2016 rilevati da Arpat, anche confrontandoli col passato, è chiaro che l’obiettivo è complicato da raggiungere perché l’inquinamento delle acque sotterranee della piana pistoiese è pressoché costante” così Giacomo Giannarelli e Andrea Quartini nel post http://www.movimento5stelletoscana.it/fitofarmaci-inquinano-nostre-acque-sotterranee/

I dati relativi la piana pistoiese

“Con questi risultati in mano abbiamo chiesto alla giunta quali iniziative voglia mettere in piedi per limitare le contaminazioni da fitofarmaci nelle acque sotterranee toscane e se sul caso pistoiese voglia proporre misure per limitare l’inquinamento da diserbanti, inclusa la promozione di pratiche agronomiche che limitano il ruscellamento delle acque contaminate nel reticolo idraulico” proseguono i Cinque Stelle.

“Il nostro obiettivo è chiaro: arrivare ad un tavolo di lavoro con il distretto fliorovivaistico per superare lo stato attuale, sostenendo la ricerca, il riutilizzo acque piovane e la sostituzione di fitofarmaci inquinanti con quelli non inquinanti per tutelare e incrementare l’occupazione” concludono i consiglieri regionali M5S.

[M5S – Regione Toscana]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento