controllo di vicinato. FIRMATO UN PROTOCOLLO IN PREFETTURA CON IL COMUNE DI MASSA E COZZILE

Il primo ad essere sottoscritto nella provincia pistoiese, nasce con l’idea di rafforzare la partecipazione dei cittadini per prevenire quei fenomeni che turbano l’ordinato vivere civile e generano insicurezza collettiva

Prefetto Gerlando Iorio ed il Sindaco di Massa e Cozzile, Marzia Niccoli

PISTOIA. E’ stato sottoscritto ieri in Prefettura il Protocollo sul “controllo di vicinato” tra il Prefetto Gerlando Iorio ed il Sindaco di Massa e Cozzile, Marzia Niccoli. Il progetto, il primo ad essere sottoscritto nella provincia pistoiese, nasce con l’idea di rafforzare la partecipazione dei cittadini per prevenire quei fenomeni che turbano l’ordinato vivere civile e generano insicurezza collettiva.

Pietra angolare del Protocollo è quindi la valorizzazione della collaborazione tra attori istituzionali e cittadini allo scopo di innalzare gli standard di sicurezza della comunità in ambito urbano, all’interno della quale anche i cittadini possono svolgere un ruolo attivo.

La collaborazione tra cittadini e Forze di Polizia consisterà in un’attività di osservazione e segnalazione su fatti e circostanze che accadono nella propria zona di residenza, come situazioni di degrado urbano, atti vandalici, indebiti utilizzi di spazi pubblici, ecc.

Controllo di vicinato

Saranno individuati tra i cittadini uno o più “coordinatori” che fungeranno da tramite tra la cittadinanza e la Polizia Locale, alla quale perverranno le segnalazioni provenienti dai cittadini su eventuali attività sospette, così da permettere mirate misure di vigilanza e di intervento.

Non saranno quindi previste iniziative personali in forma individuale o collettiva di “pattugliamenti” o di controllo del territorio il cui compito rimarrà di competenza delle Forze dell’Ordine.

L’accordo definisce un modello organizzativo, denominato appunto “controllo di vicinato”, che intende promuovere una cittadinanza attiva attraverso progetti territoriali finalizzati al miglioramento della sicurezza urbana integrata.

In base all’intesa siglata, l’Amministrazione comunale si impegna a divulgare il progetto sul territorio e a promuovere assemblee pubbliche, anche con la partecipazione della polizia municipale, per informare i cittadini delle aree interessate dalla sperimentazione dell’iniziativa. Il “controllo di vicinato”, che sul territorio verrà segnalato da un’apposita cartellonistica stradale, potrà essere integrato anche con i sistemi di videosorveglianza.

[prefettura di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email