controllori al comune di agliana. ARRIVA LA NUOVA “VALUTATRICE”, QUALCHE SUGGERIMENTO ALLA DOTT.SSA ROSSELLA BONCIOLINI

Una sigaretta non si nega ai condannati a morte, figuriamoci ai dirigenti del Comune di Agliana, badge o non badge!

 

AGLIANA. L’abbiamo molto attesa, dal giorno dell’insediamento della nuova giunta di centro destra. La dott.ssa Rossella Bonciolini è una professionista con un trascorso di sicuro rispetto per le sue attività di Oiv (Organismo indipendente di valutazione) che dovrebbe qualificare le attività di risultato dei dirigenti.

Ci avrà da fare e non poco, vista la tradizione che vedeva – ma sembra che si perpetui – il Comune di Agliana in “mano ai dirigenti”, come abbiamo già riportato nel nostro articolo dello scorso novembre che consigliamo umilmente di leggere con attenzione e non solo alla nuova Oiv, ma anche ai cittadini vessati e tassati che dormono sonni beati.

Il curriculum professionale della nuova Oiv è davvero intrigante, sembra proprio la persona giusta al posto giusto, vista l’esperienza della precedente consulente esterna (che insegnava francese!) ed era praticamente sconosciuta dagli aglianesi (ma non alla tesoreria del Comune), la Catherine Germain, qui ne faisait un beau rien! Una docente universitaria di lingue scelta proprio dalla segretaria generale del puparo Magnanensi, la scandiccese Rosanna Madrussan: insomma “tutto torna” come ama specificare un nostro autorevole collega ben più strutturato nella Pistoia che conta (o della Pistoia da pere, dopo l’orto dei Getsemani affidato anche alle cure della donna di Agliana, la piddina Lucilla, scelta da Paolo Pierucci e non dal Benesperi né dalla sua giunta).

Catherine Germain, la precedente Oiv di Agliana, venne scelta dalla Madrussan ma era ignota a tutti. Fece tutto a distanza, per mail. Ma beccò – sembra – 28mila euro. Niente male!

Alla professionista indipendente – che quale organismo esterno è libera e autonoma, ovvero terza, non come le toghe rosse & rotte – ci proponiamo di dare alcuni suggerimenti di igiene pubblica e non solo.

Nel Comune di Cessnokgrad patria della legalità (Agliana è così chiamata in Russia e Agrumìa dalla sora Blimunda) si fuma troppo e soprattutto durante le ore di lavoro, come potrà vedere controllando l’uscita secondaria nelle ore intermedie del mattino e del pomeriggio.

Sull’argomento v’è, cogente, un ordine di servizio della Fata Smemorina che raccomandava di fare una strisciata di badge, prima di speare sigarette: a noi non risulta che sia fatto in alcun comune della piana, ma sarebbe cosa buona e giusta che si incominciasse e perché no, proprio da Agliana.

Nel Comune puparizzato, ci sono alcuni impazienti che già alle 13:55 saltellano sulle scale per la strisciata di uscita; e, oltre a questi piccoli e trascurabili episodi, ce ne sono altri ben più gravi: come, per esempio, quello della dirigente del servizio di Segretaria Aa. Gg. Elena Santoro (pronta al rientro in terra pisana) che d’intesa con l’assessore Rino Fragai e la Marianna Menicacci, staccò con un colpo di mail una determina di spesa di oltre 32.000 euro per attività mai svolte, affidandole a una società in liquidazione suggerita, sembra, dal Fragai stesso. Roba di 18 mesi fa, ma che inciderà sicuramente sulla valutazione finale della dirigente, speriamo noi.

E che dire, poi, delle vicende della cooperativa “Pane & Rose” che, dopo aver ricevuto l’appalto dall’amministrazione controllata dai pupari, si faceva fare dei “rabbocchi” in corso di esercizio: la potrà vedere sul giornale, cliccando quì. Ma possiamo parlare anche della vicenda della mancata consegna dell’impianto di illuminazione del campo sportivo sussidiario Barontini: un danno da 90.000 euro, però risparmiati dalla Agisport con il beneplacito della sindaca Ciampolini, dell’assessore Fabrizio Magazzini, della dirigente Ornella Pellegrineschi (resa famosa anche dalla ridicola gestione del Regolamento di Pm, poi cassato in Regione)  e del dirigente dell’Ufficio dei LL. PP. del 2013.

La Morabito sarà valutata anche per la vicenda dei buoni spesa dalla Oiv?
La Santoro, cliccava una mail e miracolosamente si staccavano assegni da 32.000 euro a società partecipate in liquidazione. Miracoli del Rynocommissario

Ma la neo incaricata, potrebbe anche chiedere alla dirigente del welfare,  Domenica Morabito, se l’erogazione dei buoni di spesa per l’emergenza Covid-19 è andata bene o se, diversamente, c’è stata qualche “dispersione” dovuta a una gestione superficiale e approssimativa dei soldi pubblici.

Una domanda Dott.ssa Bonciolini: ma l’Oiv, deve controllare anche il “raggiungimento di risultato” della Segretaria Generale? In caso affermativo si faccia un giro sul nostro giornale e usi il tag “Andrea Nesti, Paola Aveta”, per favore.

PS. Ad Agliana i dirigenti si permettono di ammansire i consiglieri di maggioranza e gli assessori con espressioni del tipo “…ma s’è sempre fatto così!”; oppure “… la sindaca Ciampolini faceva così!”. E la cosa grave è che, questi, invece di incazzarsi, si fanno morbidi e teneroni e assecondano purei dirigenti.

Dunque, auguri sinceri di buon lavoro alla valutatrice. Si faccia aiutare a fare un giro su questo giornale malvisto e osteggiato da tutti non perché sia squallido, ma perché ha il vizio di andare a contare anche le crespe del culo sbianchettate del piddino Crocetta. Il migliore aiuto potrà darglielo l’assessore al personale Maurizio Ciottoli.

___________________________

 

Dulcis in fundo

 

La dott.ssa Rossella Bonciolini stia molto attenta a quello che scrive e a chi lo spedisce.
Non lo sa, ma deve essere avvisata che, nel Comune della legalità, ci sono uno o più figli di puttana che amano violare il Centro Elaborazione Dati (CED) e le caselle di posta elettronica di funzionari, impiegati e anche gente esterna.
E tutto a gratis, senza ce né giunta né segretaria (a quanto sembra) abbiano mosso ancora un dito per denunciare questo verminaio ai magistrati penali *.

* Salvo intese (questa non è farina di Alessandro Romiti, ma personale del Direttore. Chiaro a tutti?)

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email