cooperativa gli altri. PARTE IL PROGETTO “L’INCONTRARIO”

La cooperativa sociale “Gli altri”

PISTOIA. Ci eravamo lasciati a luglio con la promessa fattaci dai responsabili della cooperativa “Gli altri” e promotori del progetto “Invento tempo”, che a breve sarebbe partito un nuovo grandioso progetto lavorativo per aiutare i ragazzi disabili ad entrare nel mondo del lavoro una volta usciti dalle scuole superiori.

Detto, fatto: ecco a voi “L’incontrario”, una bottega di artisti creata dall’associazione di promozione sociale “San Lorenzo Hand Made”.

Romina Breschi, ideatrice e responsabile del progetto, ci aveva anticipato a luglio che sarebbe stato creato un vero e proprio negozio dove i ragazzi disabili avrebbero venduto gli oggetti da loro creati durante l’intera settimana. E così è stato.

Sabato 8 aprile alle 17, in via Filippo Pacini 34, ci sarà l’inaugurazione del locale dove si svolgerà tale attività di vendita, in presenza dei ragazzi artigiani che vi presteranno la loro manodopera e del personale che supervisionerà l’intera attività.

È strabiliante come un gruppetto di persone sia in grado di partorire idee così ottime e, allo stesso tempo, semplici, per dare una possibilità lavorativa a chi, durante la vita, incontrerà sicuramente più difficoltà rispetto agli altri.

E questi “altri”, questi ragazzi disabili che non conoscono il piagnisteo fine a sé stesso, evidentemente sanno rimboccarsi le maniche e, con il supporto necessario, tirarsi fuori da quel terreno melmoso e fatiscente che è l’immobilismo di un mercato del lavoro che non dà possibilità neanche a chi, per sua fortuna, è privo di disabilità.

Romina Breschi e tutti gli altri dicono che andare “all’incontrario”, talvolta è sia divertente che necessario.

Romina Breschi

Noi, a nostro modo, la direzione contro corrente l’abbiamo sempre seguita, e capiamo perfettamente chi, a proprio modo e nel proprio ambito, faccia esattamente la solita cosa.

Anche perché, come ci ripete Romina, per loro andare contro corrente significa semplicemente valorizzare la diversità e l’originalità di alcune persone che, di norma, farebbero fatica a rapportarsi col resto mondo proprio a causa di queste loro caratteristiche. In pratica, ciò che potrebbe remargli contro, lo hanno trasformato in un valore aggiunto.

Senza vittimismo, senza lamentele sterili, bensì con tanto lavoro e ancor più orgoglio.

In bocca al lupo!

[Lorenzo Zuppini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento