COPPA DELLA PORRETTA. L’ULTIMA CORSA DI ENZO FERRARI

Sabato 11 settembre le strade della Montagna Pistoiese saranno parte del Circuito delle Tre Provincie, manifestazione turistico-rievocativa, organizzata da Auto Moto Storiche Bagni della Porretta per celebrare il 90° anniversario dell’ultima corsa del Drake

MONTAGNA. Attraverserà anche la Montagna Pistoiese, da Pracchia all’Abetone la Coppa della Porretta, rievocazione della corsa automobilistica degli anni ‘30 per il 90° anniversario dell’ultima corsa di Enzo Ferrari nelle vesti di pilota.

Start della prima auto alle ore 9 di sabato 11 settembre dai Bagni della Porretta, questo il nome originale della località termale in uso fino al 1931, che affronterà il percorso ad anello dell’impegnativo e oggi suggestivo “Circuito delle Tre Provincie”: Bologna, Pistoia e Modena e che riporterà dopo 131 km i concorrenti al punto di partenza.

Un tracciato all’epoca estremamente selettivo su strade ancora “bianche”, il cui fondo, riportano le cronache dell’epoca, era uno strazio pieno di buche, come oggi, quanto meno e purtroppo, lato pistoiese, con l’unica differenza che oggi c’è un po’ di catrame intorno alle buche o comunque rattoppate alla peggio.

Enzo Ferrari

Esagerazione di chi scrive? Forse o forse no dato che la cronoscalata LimAbetone, programmata per lo scorso fine settimana, è salta causa il fondo stradale giudicato non sicuro dalla federazione automobilistica. Certo non siamo più ai tempi delle corse ruggenti, ma le buche restano buche e le amministrazioni anche.

Torniamo alla rievocazione.

Si diceva delle centinaia di curve impossibili da memorizzare, capaci di mettere a dura prova la resistenza dei mezzi meccanici e quella dell’equipaggio, composto all’epoca da pilota e dall’essenziale e forse ancora più determinante meccanico, che con estro, bravura, molta inventiva e mezzi di fortuna, doveva sopperire a inconvenienti e deficienze di ogni tipo del mezzo meccanico.

Ma i tempi sono cambiati e oggi sul sedile del passeggero, non vedremo più nerboruti meccanici in tuta da lavoro impregnati di olio dalla testa ai piedi, ma, per la gioia delle pupille, aitanti bionde con i capelli al vento.

Saliscendi, un passo, quello dell’Abetone, ma soprattutto curve, tornanti e poi ancora curve, caratteristica che all’epoca gli valsero l’appellativo di Circuito delle tremila curve”.

La corsa per la sua conformazione e difficoltà tecniche poteva essere, se solo si fossero corse più delle tre edizioni svolte dal 1929 al al 1931, al pari della corsa più antica e blasonata del mondo: la Targa Florio siciliana.

Edizioni che hanno fatto comunque la storia dell’automobilismo. La terza e ultima, quella del 1931, è particolarmente degna di menzione, non solo per essere stata l’ultima corsa dei Enzo Ferrari, ma anche per i concorrenti con cui l’Enzo pilota si dovette misurare, tra cui il pilota per antonomasia: Tazio Nuvolari.

Questa corsa sabato rivivrà per volontà dell’associazione Auto Moto Storiche Bagni della Porretta e le strade della Montagna Pistoiese vedranno, anche se non sfrecciare, le stesse auto che l’animarono. Alla rievocazione parteciperanno infatti solo vetture prodotte fino al 1931 e sportive fino al 1935.

La manifestazione turistico-rievocativa ha il patrocinio dei comuni di: Alto Reno Terme, San Marcello Piteglio, Abetone Cutigliano e Sestola e della Regione Emilia Romagna.

La cronaca di quest’epica corsa l’abbiamo raccontata sulle pagine web di Linea Libera:

Marco Ferrari
[
marcoferrari@linealibera.info]

Telegram: https://telegram.me/linealiberamontagnapistoiese

Un Alfa Romeo d’epoca

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email