corona/casino-virus prato. CARO BIFFONI, HAI UN BEL PROBLEMA IN CASA TUA!

«I detenuti che dovevano uscire, sono stati trattenuti. I familiari che dovevano entrare, sono stati lasciati fuori con gli avvocati che non hanno rilasciato false dichiarazioni. E la gerarchia bischeri/furbi è stata preservata: i pratesi hanno vinto!»
In Italia? Si fa tutto per autocertificazione: tutti ci credono e tutto va come va

NON NE AVRAN COLPA I CINESI
MA DI PIÙ I CARI PRATESI!


Il sindaco di Prato Biffoni. Che ci dice…?

 

PRATO. Sorpresa stamattina al carcere di Prato: porta chiusa e denùnciati, popolo! E i cittadini (avvocati, parenti di detenuti, altra gente) hanno dovuto prendere carta e penna e crocettare rispondendo o no.

Solo che siamo in Italia, il paese del Pd fatto ingollare a forza da Napolitano e Mattarella. Che è, poi, il paese dei cosiddetti furbetti. Tanto in Italia vai a timbrare in  mutande (o anche senza) e il giudice ti assolve. Tanto in Italia, se sei nero, ti tiri una sega in autobus dinanzi a tutti, ma il giudice ti assolve perché: era mattina, era presto e non c’erano bambini in giro, anche se lo fai dinanzi a tutti e in luogo pubblico.

E poi, poverino, in qualche modo doveva pur “sfogarsi”… gli avevano mandato foto porno i suoi connazionali e lui era… in estro.

Così stamani qualche bischero ha detto la verità (ho avuto la febbre: e lo hanno preso a calci in culo e fuori dal carcere!), altri, senza tanti problemi, hanno dichiarato il no assoluto e sono entrati senza difficoltà. Ma per qualche carcerato scadevano termini e se gli avvocati sono rimasti fuori, di chi sarà la colpa, di papa Francesco e del suo dio?

Se si intende fare prevenzione così, perché non distribuire spruzzatori di coronavirus come quelli al peperoncino per chi tocca il culo alle ragazze?

I detenuti che dovevano uscire, sono stati trattenuti. I familiari che dovevano entrare, sono stati lasciati fuori con gli avvocati che non hanno rilasciato false dichiarazioni. E la gerarchia bischeri/furbi è stata preservata: i pratesi hanno vinto!

Il Biffoni ha qualche problema in casa. Anche se si pensa a quel che abbiamo sentito dire: che una guardia carceraria donna, maritata con un infermiere di Careggi, si sarebbe presentata al lavoro…

Sarà vero, Biffoni, oppure no? Una voce lo raccontò. E la procura di Prato…? Farà i controlli sui fogli di autodenuncia?

Ah, ma tanto è uguale. Sega più o sega meno, ne usciranno tutti assolti!

EB
[direttore@linealibera.info]
Delitto di clonaca, clitica, satila e clistele democlatico
Se in galela vai a Plato,
vacci bene maschelato!
Se dichiali non il velo,
tu ti salvi pel un pelo!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email