coronavirus. MARTEDÌ PROSSIMO RIAPRE IL “CEPPO”

Oggi un incremento di nuovi positivi in provincia di Pistoia. Al “San Jacopo” risultano attualmente ricoverate 42 persone di cui 5 in terapia intensiva. L’appello del presidente della provincia Luca Marmo

Una delle camere arredate all’ex Ceppo

PISTOIA. [a.b.] Dei 490 nuovi casi positivi registrati oggi nei territorio dell’Asl Toscana Centro 105 sono quelli rilevati in provincia di Pistoia. Dati preoccupanti con un significativo aumento della curva dei contagi anche a livello regionale e nazionale.

Nello specifico come comunicato dalla stessa Asl Toscana Centro in giornata 105 casi in provincia di Pistoia questi sono i dati comune per comune: Abetone Cutigliano 10; Agliana 12; Buggiano 1; Chiesina Uzzanese 3; Lamporecchio 4; Larciano 1; Massa e Cozzile 2; Monsummano Terme 5; Montale 7; Montecatini Terme 4; Pescia 2; Pieve a Nievole 1; Pistoia 28; Ponte Buggianese 1; Quarrata 13; San Marcello Piteglio 6; Serravalle Pistoiese 5.

“Al San Iacopo – ha detto il presidente della Provincia Luca Marmo- sono quarantadue le persone ricoverate (due quelle del comune di San Marcello Piteglio), cinque, di cui tre provenienti da Empoli, si trovano in terapia intensiva. Nelle prossime ore, al San Iacopo, un ulteriore reparto sarà adibito al trattamento dei pazienti CoViD.

Martedì si aprirà il Ceppo quale destinazione dei pazienti in dimissione nella previsione di dover ricavare altro spazio al San Iacopo.

L’ospedale Pacini rimane no CoViD fatta salva una evoluzione delle dinamiche di contagio, scenario infausto che speriamo tutti non si verifichi, che dovessero portare i numeri a livelli incontrollati. L’ospedale stesso rimane inaccessibile alle visite e ai ricoveri in attesa di normalizzazione. I pazienti CoViD verificatisi sono stati trasferiti a Pistoia”.

Ospedale San Jacopo

Due nuovi casi positivi interessano le scuole del territorio di San Marcello Pistoiese. “Il Dirigente scolastico – ha scritto Marmo – ha disposto le misure del caso e le persone interessate sono state poste in isolamento fiduciario. Sono in contatto continuativo con l’Azienda Sanitaria e con il Dirigente Scolastico e nelle prossime ore sono previste riunioni di coordinamento per valutare congiuntamente il quadro che va delineandosi”. Domani sera intanto si terrà nuova riunione con le Associazioni del territorio dei comuni montani per definire, in via ultimativa e di dettaglio, le modalità di attivazione del servizio di effettuazione dei tamponi in modalità drive – through che, realisticamente, dovrebbe essere attivabile in corso di settimana.

“Inutile dire – conclude Luca Marmo – che la situazione si sta facendo molto complicata. Quello che preoccupa è l’incremento degli accessi alle strutture ospedaliere con quanto ne consegue. Non possiamo permetterci né un nuovo lockdown né di far crescere a dismisura il numero dei contagi.

Attenzione ai comportamenti. Accentuate le attenzioni e state alle regole! La differenza, come sempre, la facciamo noi”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email