coronavirus-traslochi. IERI I PRIMI MIGRANTI TRASFERITI DA VICOFARO A SPAZZAVENTO

Pronti per la partenza

PISTOIA. [a.b.] Ieri pomeriggio i primi dodici migranti (gran parte dei quali erano ospitati nella sala della Pizzeria, ndr) sono stati trasferiti (sembra comunque su base volontaria) dalla parrocchia di Santa Maria Maggiore di Vicofaro nei locali dell’ex asilo infantile Duchessa in via del Poggio a Spazzamento, struttura di proprietà della parrocchia di Santa Maria di Spazzavento, per un periodo adibita anche a centro per disabili.

Un trasloco voluto e coordinato dalla Diocesi di Pistoia avvenuto sotto gli zoom di fotografi e telecamere.

Dopo un pò di insistenza i ragazzi hanno caricato i bagagli sui furgoncini bianchi e si è provveduto sotto l’attenta visione del parroco don Massimo Biancalani al loro trasferimento nella nuova “casa”.

I migranti nella sistemazione di Spazzavento saranno ospitati a quanto sembra in cinque camere, ognuna con il suo bagno. Una sistemazione diversa da quella di Vicofaro con maggiori confort e canoni di sicurezza.

Resta alta l’attenzione dei mass media.

La parrocchia per quanto ha potuto ha offerto una “doverosa accoglienza” pur in emergenza.

La diocesi in accordo con la prefettura e le associazioni come noto si sono attivati per cercare di sanare la situazione trovando una sistemazione diversa ai tanti migranti che si sono rivolti a don Massimo in cerca di un letto e di un sostanziale aiuto.

Sembra che sia solo l’inizio e che in città e zone limitrofe si stiano cercando altre strutture per risolvere in modo definitivo il problema del sopraffollamento a Vicofaro.

Ieri notte intanto le forze dell’ordine (come spesso accade) hanno fatto di nuovo ritorno a Vicofaro.

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email