covid-19. «CARISSIMO ROSSI E.», ANCHE IL FIALS SCRIVE ALL’UOMO CHE IN VENT’ANNI HA DISTRUTTO LA SANITÀ TOSCANA

«Hai mancato l’occasione ancora una volta per proporre qualcosa di accettabile e comunque questo sindacato non sei riuscito a metterlo a tacere»
Sic transit gloria mundi! Rossi ha preteso troppo da se stesso e dagli altri creandosi un esercito di mercenari amministrativi d’alto bordo

 CHE NESSUNO ETERNO SIA
SÙ, L’ACCETTI, SIGNORIA!


 

IL FIALS, Federazione Italiana Autonomie locali e Sanità Regionale Toscana, scrive:

Carissimo Rossi E.,

sai bene che i nostri stipendi sono bassi ma non c’è mai stata al rinnovo dei Contratti di lavoro una tua posizione decisa all’interno della Conferenza delle Regioni per sostenere l’aumento dei finanziamenti a favore dei lavoratori della sanità.

Quali soldi? Adesso che i lavoratori della sanità rischiano la vita ci proponi una tantum economica che è un boccone avvelenato. Solo i tuoi sindacati preferiti Cgil-Cisl-Uil potevano venirti dietro e firmare l’accordo.

Come Fials avevamo chiesto un riconoscimento economico stabile e non uno spot pubblicitario dal 17 marzo al 30 aprile calcolato sui turni lavorati. E dopo niente?

Forse il virus il 30 aprile si volatilizza via? Magari, ne saremmo felici.

Forse pensi di mettere a tacere i lavoratori incrementando ad es. un turno notturno di lavoro al massimo del rischio Covid con 4,50 euro l’ora? E poi hai pensato a chi non è al lavoro perché si è beccato il virus e non becca neppure un euro?

Quale sicurezza? Fials ha chiesto più sicurezza perché la salute non ha prezzo. Non vogliamo le mascherine Tnt “made tuscany” perché sono dei rettangoli sul viso che cascano dal naso perché non aderiscono e quindi non possono sostituire le mascherine chirurgiche sagomate.

Neppure vogliamo le ultime mascherine “made China’’ modello “antismog” che non possono sostituire quelle Ffp2 con filtro, perché il filtro è l’unica barriera per evitare il contagio. I cinesi se pagati di più producono anche prodotti validi e non avanzi di magazzino.

… e i Tamponi faringei? Avevamo chiesto tamponi faringei per chi lavora in ospedale e nei servizi territoriali per potersi curare e non contagiare pazienti o colleghi, e poi vediamo che viene fatto solo qualche test sierologico che ha la valenza di uno screening sperimentale.

Insomma Rossi E. dovevi in questa fase di emergenza Covid-19 fare una proposta completa con investimenti per lavorare in sicurezza e per garantire incentivi economici duraturi.

… e poi perché paghi i lavoratori con la raccolta fondi della regione toscana? (scrivi crowvfounding… ma sai l’inglese lo conosciamo) quando i soldi donati dai cittadini sono stati chiesti per finalizzarli all’acquisto di presidi medici, Dpi, farmaci?

Hai mancato l’occasione ancora una volta per proporre qualcosa di accettabile e comunque il sindacato Fials non sei riuscito a metterlo a tacere.

FIALS
Federazione Italiana Autonomie locali e Sanità Regionale Toscana

Scarica da qui il Pdf dell’Ode a Rossi Patriarca della Sanità Toscana

[redazione@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email