covid-19 & coop agliana. DISTANZIAMENTO SOCIALE: PERCHÉ NON CI FATE DISTANZIARE ANCHE LE PUPPE, LE MELE E I COGLIONI? NON FOSSE MAI CHE SI ATTACCANO IL VIRUS FRA LORO E SI RITORNA ALLA CHIUSURA…

Riapriamo i manicomi. «Compagni della Coop.fi… scrivete al vostro stupendo governo che sta lì solo perché il non-presidente Mattarella ce lo tiene per volontà non della nazione, ma di dio Giorgio, ladro delle creste sui viaggi da europarlamentare a Bruxelles»

 

Chiedete a Conte, quella specie di pagliaccio politico che sta una volta con gli stronzi sovranisti e, subito dopo, e senza soluzione di continuità, con gli stronzi sovranisti amalgamatisi con i santi progressisti del Pd e non solo, che rimoduli le norme sul distanziamento sociale

CHI ABOLIRÀ LA LEGGE DI BASAGLIA

FARÀ SOLO DEL BEN, CERTO NON SBAGLIA!


Ingresso alle Ville Sbertoli in Collegigliato. Le teorie di Basaglia e Pirella ormai hanno fatto il loro tempo…

 

DOMENICA mattina 26 luglio, Sant’Anna (come l’acqua che vendono anche alla Coop). Putiferio di gente in circolazione – e avete capito bene, proprio putiferio. Un anda&rianda da tutte le parti e file alle casse.

Una coppia, già uscita dal corridio-disumanitario della cassa, sta al di là di tutto, dove ormai sono tutte le sue cose acquistate; e sta imborsando la roba, mentre una signora che sa di professoressa (?) stile-Azzolina, chiappone da dipendentA pubblica, cosce flaccide e non solo, inizia ad addentrarsi nella strettoia, accompagnando la propria spesa.

A un tratto una cassiera che sta passando i prodotti su un altro Canale di Suez, mascherina in viso, si gira alle sue spalle e severamente invita l’emula dell’Azzolina a mantenere le distanze.

Si noti che la chiappona ha sul viso una mascherina perfettamente indossata: è, dunque, in pienissima regola.

Il cassiere che dirige il traffico sulla nostra Tav, udita la collega laureata in medicina e specializzata in virologia, rincara la dose e ci fa fare il distanziamento coatto. Tutti in retromarcia!

Il mondo globalizzato comunista, voluto da qualche stronzo colagrasso come Soros – niente di peggio dei cattivi padroni contro cui il Pci si rifiniva di seghe negli anni in cui non aveva ancora ammazzato la Prima Repubblica – è stupefacentemente ossequioso alle cazzate: purché scendano dal Cremlino, che in ItaGlia si chiama Colle&PalazzoBigi – pardon, Chigi!

Compagni della Coop.fi… scrivete al vostro stupendo governo che sta lì solo perché il non-presidente Mattarella ce lo tiene per volontà non della nazione, ma di dio Giorgio, ladro delle creste sui viaggi da europarlamentare a Bruxelles.

Chiedete a Conte, quella specie di pagliaccio politico che sta una volta con gli stronzi sovranisti e, subito dopo, e senza soluzione di continuità, con gli stronzi sovranisti amalgamatisi con i santi progressisti del Pd e non solo, che rimoduli le norme e le regole sul distanziamento sociale.

Se Michelangelo l’avesse saputo, da cittadino modello avrebbe sicuramente distanziato anche i gemellini del David

Sia più estensivo e onnicomprensivo. Le rimoduli così:

tutti devono stare almeno a 180 cm. di distanza; compresi le puppe delle donne, le mele di qualsiasi genere, e i coglioni umani (che potrebbe anche voler dire tutto e il contrario di tutto: palle maschili o uomini coglioni…) in modo da evitare qualsiasi rischio di contagio o reinfezione.

E, dopo che Conte l’avrà fatto (perché lui, quando si tratta di cazzate, è sempre pronto ad agire…), mettete dei grandi cartelli in tutta la Coop di Agliana.

Così, fra i banchi potremo stare tutti ammassati come stamattina 26 luglio Sant’Anna 2020; ma, all’imbocco dei corridoi delle casse, saremo tutti in piena regola: palle comprese!

Godétevi, intanto, il vostro beneamato (e straricco) Benigni, che vi fa bbòno!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Mondo cane, ma la satira è reato o no?

Antologia di aforismi

I coglioni sono molto più di due. [Eros Drusiani]
Mio padre mi diceva sempre: i coglioni sono cari ad ogni prezzo. Così io cerco di stare con chi coglione non è. [Enzo Ferrari]
Due coglioni non fanno un cervello.
[Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email