covid-19. GIANNESSI: QUANTO LA NAVE AFFONDA OGNUN PER SÉ E DIO PER TUTTI?

Una conversione sulla via di Damasco: «come essere partiti a piedi dalla “tenda rossa” di Nobile per arrivare a casa dei pinguini-imperatore laggiù, in culo al mondo»
La storia non è maestra di nulla o altrimenti oggi, dopo la seconda guerra mondiale, non avremmo quello che siamo costretti a vivere

ERANO I GIORNI DELL’ARCOBALENO
VINTO IL CORONA TORNAVA IL VELENO…


E cadde sulla via di Damasco: meglio tardi che mai

 

PISTOIA. Il 23 settembre 2007 Fabio Calamati del Tirreno ci dava questa notizia: «La vedova di Tiziano Terzani, Angela Staude, il pittore e scultore Roberto Barni, il direttore di Pistoia soccorso Riccardo Fantacci, il primario di chirurgia dell’Asl 3 Alessandro Giannessi. Sono questi i nomi di primo piano della società civile che la lista “Democratici con Veltroni” ha schierato per l’elezione delle assemblee costituenti nazionale e regionale del Partito democratico».

E sùbito dopo Calamati aggiungeva: «Ma alle loro spalle le presenze di Fantacci, Angela Terzani e Barni per l’assemblea nazionale e quella di Giannessi per la regionale strappano commenti soddisfatti alle due segretarie di Ds e Margherita» (scarica il testo da qui). Tutto un programma, quindi.

In questi giorni ultimi il dottor Giannessi ha pubblicato la nota che trovate in covid-19. «un popol disperso repente si desta» e il dottor giannessi osa dire il proprio pensiero a dispetto degli spioni dell’asl di morello marchese, ma non è una sua creatura.

Il primario dell’Asl-3 Pistoia e, oggi, del San Jacopo (nonché «primario dipartimentale», cioè di altri ospedali dell’Asl Centro Toscana) si è fatto aiutare, nel suo atto di accusa alla politica cialtrona del Pd che ha assassinato la sanità italiana e, «per contagio», anche toscana, da altri: ha “lavorato di Google” e ha utilizzato a copia-incolla un intervento della dottoressa Mirka Cocconcelli (area lodigiana-codognese) che trovate in Coronavirus, “basta falsi ringraziamenti. I politici han distrutto la sanità” (scarica il testo da qui).

Ce lo ha indicato – non vogliamo prenderci meriti che non abbiamo – una signora di prim’ordine nella lotta a oltranza alla “felice sanità” del mago Rossi di Bientina: Eva Giuliani, pesciatina della Valleriana che, se non lo avete dimenticato, anni fa affrontò il Granduca dopo la soppressione di pediatria all’ospedale di Pescia.

Modello Sanità Rossi. Piramidi e vecchi merletti con organigrammi da far leccare i baffi…

Quella di Sandro Giannessi è, dunque, una conversione sulla via di Damasco. Dalla sanità creata pazientemente dal suo Pd, giorno dopo giorno, attraverso signori come Scarafuggi, Abati, Paolo Morello Marchese e decine di altri, supportati da pseudo-giornalisti di uffici stampa al soldo del potere (e oggi è evidente di per sé, basta rileggersi tutto il veliname dell’ufficio stampa & propaganda dell’Asl, anni 10-20), alla presa di posizione di pubblicare un documento come quello della dottoressa Mirka Cocconcelli, come farselo proprio e sottoscriverlo in una sorta di «shpùt’ ‘nt’a ‘nu òcchje», la strada è veramente tanta: come essere partiti a piedi dalla tenda rossa di Nobile per arrivare a casa dei pinguini-imperatore laggiù, in culo al mondo.

Ma ben vengano, dottor Giannessi, questi ripensamenti! Potrebbero far riflettere – se il dio di Bergoglio e dei catto-com ci fosse davvero e facesse davvero miracoli – perfino tutti quei comunisti toscani che, attaccati al Rossi con la stessa resistenza del Covid-19, se lo sono tenuti abbarbicato alle gònadi (= in toscano: palle, coglioni) osannandolo come un mito e come un mago del «tu non mi dài salute, eppure io pago!».

Ma qualche compasso non guasta

Sottolineo ancora: ben vengano anche le conversioni tardive. Sono le migliori, se sono come quelle di San Paolo e non come quelle del vecchino democristiano che, in punto di morte, volle prendere la tessera del Pci perché – disse – «era meglio che morisse uno di loro piuttosto che un democristiano»!

In giornata altre notizie, chiarimenti, aggiunte e correzioni.

Intanto il dottor Giuseppe fiore consiglia di leggere questo documento: https://www.facebook.com/100040956468120/posts/222196022488945/?d=n

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Diritto di cronaca, critica, satira e di sbendamento delle ferite
Il medico pietoso fa la piaga puzzolente: ma la Rossi-sanità
toglie tutto e lascia niente!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email