covid-19. LE PROPOSTE DI CARLO VIVARELLI PER CONTRASTARE LA PANDEMIA IN MONTAGNA

Il consigliere comunale di San Marcello Piteglio del Partito Indipendentista Toscano ha formulato 8 proposte per contrastare la diffusione del virus, ponendole all’attenzione del Sindaco di San Marcello Piteglio, di quello di Abetone Cutigliano e del Prefetto di Pistoia

SAN MARCELLO – PITEGLIO. [M.F.] Carlo Vivarelli Consigliere comunale di San Marcello Piteglio per il Partito Indipendentista Toscano ha inviato una lettera al Sindaco di San Marcello Piteglio, al Sindaco di Abetone Cutigliano e al Prefetto di Pistoia con alcune proposte per contrastare la diffusione del coronavirus sulla Montagna Pistoiese.

Di seguito la lettera con le proposte.

San Marcello Piteglio (Pt), 22 Marzo 2020.

Da Carlo Vivarelli, consigliere comunale del Partito Indipendentista Toscano.

Al Sindaco di San Marcello Piteglio ai Consiglieri comunali, per conoscenza al Sindaco di Abetone Cutigliano e al Prefetto di Pistoia.

Oggetto: richieste riguardo interventi contro diffusione del Corona virus nella Montagna Pistoiese.

Carlo Vivarelli

Egregio Sig. Sindaco,

visto il moltiplicarsi ed il ripetersi nel tempo dei provvedimenti governativi, che rendono bene l’immagine di un Governo centrale incapace di decidere tempestivamente riguardo il da farsi per combattere nel tempo contro la diffusione del Corona virus, Le chiedo di prendere, di richiedere di applicare, o di chiedere che siano applicare, le seguenti azioni, che sarebbero dovute essere applicate a mio avviso già da metà Gennaio: siamo dunque in incredibile, ingiustificabile ritardo. Il fatto che il virus sia entrato in nella più grande Casa di riposo e di riabilitazione della Montagna Pistoiese, la Turati, testimonia che ci si sta muovendo male, in ritardo, senza cognizione della realtà della pandemia nella quale siamo completamente immersi da mesi. Le chiedo di richiederei provvedimenti a seguire, inoltre, vista la conformazione geografica della Montagna Pistoiese, che potrebbe essere un fattore decisivo per il contrasto alla diffusione del virus.

  1. Le chiedo di richiedere alla Usl Toscana Centro di effettuare i test contro il virus alla totalità della popolazione della Montagna Pistoiese, da ripetersi ogni 14 giorni, nell’ordine e partendo da:
    1. gli operatori sanitari e amministrativi del Piot di San Marcello P.se
    2. i pazienti del Piot di San Marcello P.se
    3. tutti i volontari delle associazioni del socio sanitario
    4. operatori di tutte le case di riposo dei territori dei comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano
    5. tutta la popolazione dei comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano
  2. Piot Pacini di San Marcello

    Le chiedo, in base ai risultati dei test, che sveleranno i positivi ed i negativi, di chiedere a coloro che risultino negativi di entrare a far parte, delle associazioni del socio sanitario affinché aiutino tutta la parte della popolazione o positiva i quarantena, o anziana, che deve essere obbligata a rimanere a casa

  3. Le chiedo di emanare un’ordinanza che, seppur il rispetto della quale non possa essere obbligatoria, consigli tutte le persone di oltre 65 anni a rimanere in casa sempre, senza eccezioni se non le emergenze sanitarie: è incredibile vedere dentro i supermercati una folla di persone anziane che assolutamente non deve fare la spesa
  4. Le chiedo di emanare un’ordinanza che chieda alle associazioni del socio sanitario di accudire capillarmente tutta la popolazione isolata nelle proprie abitazioni
  5. Le chiedo di nominare per ogni frazione un Pro Sindaco in estensione del Coc, e credo che le normative vigenti lo prevedano, affinchè questo coordini le attività di assistenza alla popolazione delle associazioni del socio sanitario e anche di altri soggetti, in un luogo predisposto o requisito dal Comune a detto scopo
  6. Lizzano. Centro profughi

    Le chiedo di richiedere per tutta la popolazione mascherine, guanti, camici, visiere, a seconda delle esigenze e dei regolamenti, a partire ovviamente da quelle a favore degli operatori sanitari

  7. Le chiedo di chiedere alle forze dell’ordine, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia, di porre in essere dei posti di blocco permanenti 24 h su 24 posti a tutte le entrate dei due Comuni della Montagna Pistoiese, dove siano posti in essere controlli, non a campione, ma su tutti gli automezzi o ciclisti ecc., così come viene effettuato ad esempio a Roma
  8. Le chiedo di requisire il centro vescovile di Lizzano affinché esso sia destinato al ricovero di persone in quarantena

Carlo Vivarelli
consigliere comunale

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email