covid-19 & nemesi storica. “HEIL MERKEL!” E MARK RUTTE SI LEVANO IL SASSOLI[NO] DALLA SCARPA…

I padroni tedeschi del Quarto Reich e i loro più stretti collaborazionisti, gli olandesi dei tulipani e dei mulini a vento, ringraziano così uno dei loro più ferventi sostenitori, un fine politico in carriera prestato (ma solo per caso) al giornalismo televisivo come efficacissima rampa di lancio...
E per chi si presenta senza l’abito nuziale (Matteo, 22) il bonus assicurato dal padrone di casa è: «Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti. Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti»

NESSUN SI SALVA DAI PERFETTI ARIANI:

O COME LORO OPPUR ROGNOSI CANI!


La razza eletta, che ha fatto scoppiare tutte le guerre in Europa e due guerre mondiali, dominerà su tutti i sottoprodotti umani, Pd compresi

 

VIVA LA NUOVA RESISTENZA
DEGLI UOMINI LIBERI!

 

GIUDA VENDETTE Cristo per 30 denari e per giunta falsi. Ma finì con l’appendersi al famoso sicomoro – una pianta il cui nome una brillante laureata del Forteguerri, Valentina Giani, sveglia e simpatica, da bambina credeva che significasse «Si accomodi!».

In effetti la sua idea non era del tutto peregrina e sbagliata: come quella pianta disse a Giuda «Si accomodi!», così hanno fatto i neo tedeschi del Quarto Reich, la cui Heil Merkel! è stata subito appoggiata da un Mark Rutte (o… Rutto), discendente, fra tulipani e zoccoletti di legno ai piedi di dorate fanciulline, di quegli olandesi tristemente noti da sempre come pirati, negrieri e, nell’èra dello Zio Hitler, collaborazionisti in quando “fedeli fratelli ariani del Terzo Reich”. E sai quanti ebrei spedirono in forno.

Questi ciclisti nati, che si nutrono di Stamppot di boerenkool, insieme alla cancelliera post-comunista della Stasi, si sono subito allineati con gli ariani di Berlino e hanno detto a Sassoli: «Si accomodi!», ovviamente per levarselo dai coglioni – che in tedesco si direbbe Bälle, piuttosto chiaro anche per gli italioti; e in olandese ballen, più chiaro che mai. Sassoli, lèvet da i ball!

Il nostro prode post-comunista toscano, un tempo testina della Rai, se l’è voluta. Come tutti i servitori ubbidienti senza riserve, anche lui è stato attovagliato con i quattrini e le indennità europee dell’Unione dei Pìpali e non dei Popoli.

Ma al momento della cena, è arrivato il peggio, perché, per la razza eletta, la testina non aveva l’abito da sposalizio. I veri ariani, contrariamente ai cattolici e ai cattocomunisti nostrali, la sacra scrittura la conoscono e bene; e al momento opportuno adottano il sistema di Cristo (Luca, 14): «Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena».

Risus abundat in ore stultorum

E per chi si presenta senza l’abito nuziale (Matteo, 22) il bonus assicurato dal padrone di casa è: «Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti. Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti».

Peccato che i nostri solerti democratici non capiscono – come si dice – una beata minchia! D’altrone hanno un… cervello di Sasso[li]!

Maggiori dettagli, clicca qui.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Diritti, oggi democraticamente negati, di cui all’art. 21 Costituzione mai attuata
State calmi! Assolutamente calmi. Con la loro mania di grandezza, gli ariani di razza pura, grazie anche alla collaborazione dei progressisti nostrali, ci porteranno prima al disfacimento economico e successivamente a una nuova guerra della fame


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email