covid-19. REPUBBLICA ITALIANA, UNO STATO GIUSTO E DEMOCRATICO CHE FISSA REGOLE PER GLI ALTRI E PER SÉ LE RIFIUTA

Nel Salva-Italia le sante istituzioni Pd butteranno a mare tutti gli operatori della sanità che non sono dipendenti pubblici? Una presa di posizione di Andrea Lomi, medico legale di Genova
Ecco cosa pensa e scrive il dottor Lomi da Genova. E ora pensate a quanto amore i signori del vapore provano nei confronti del «Popolo alla riscossa!»

_________________________________________________

SE TI FIDI DEL MARCUCCI
IL TUO DITO INFIN TI CIUCCI!


Il Senatore Andrea Marcucci del Pd. «Baffo grigio e sorrisetto: fa’ attenzion dove lo metto…!»

 

PISTOIA. Ci segnalano la seguente presa di posizione di un medico legale di Genova, Andrea Lomi. È interessante per soppesare e valutare l’intervento e la cura con cui il Pd al potere in questi ultimi anni (tranne la breve parentesi stello-leghista) è riuscito a fare per il lavoro e la crescita economica in questo sventurato popolo sequestrato e ostaggio non, come i migranti, di Salvini, ma come carne da macello di Mario Monti, Enrico Letta, Matteo Renzi, Paolo Gentiloni e, ora, di Giuseppe Conte & i giallo-fucsia. Il tutto grazie alle decisioni incostituzionali di Giorgio Napolitano e Sergio Mattarella, sua fedele «longa manus»; entrambi ligi esecutori delle direttive germaniche di Heil Merkel! in una Europa che, dopo la Grecia, intende strangolare in tutte le maniere Italia e Spagna. Leggete:

Andrea Lomi, Medico Legale, Genova.

Cari Colleghi, è stato proposto un emendamento al DL 18 “Cura Italia”, propagandato come uno “scudo” per i Medici per quanto riguarda la responsabilità civile e penale, che in realtà impedirà agli Operatori Sanitari contagiati dal Coronavirus di essere risarciti per la responsabilità Civile del Datore di Lavoro. Trovate I’ emendamento (primo firmatario Marcucci, PD) alla pag.28 dell’ elenco degli emendamenti: [http:// www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/ 01148832.pdf] (http://www.senato.it/service/ PDF/PDFServer/BGT/01148832.pdf) .

Questa è la lettera [una parte – n.d.r.] che ho inviato ai Senatori proponenti:

Gentili Senatrici, Illustri Senatori, leggo il Vostro emendamento al DL Cura Italia n. 18 del 17/03/2020 e le interpretazioni che ad esso vengono date da diverse parti.

«Mentre loro si ricompattano stando vicini vicini e fanno collette per sentirsi buoni e al sicuro, pensano di firmare il Mes e ci faranno arrivare non la “troika”, ma la “puttanika” a mettere patrimoniali, a tagliare del 40% le pensioni e a ristrutturarci il debito che l’Europa ci ha pure fruttato!»

Non so se a tutti Voi è chiaro cosa contiene il Vostro Emendamento, propagandato come uno “scudo” per i Medici. In realtà, sarà lo strumento con cui le strutture socio sanitarie pubbliche e private non pagheranno i giusti risarcimenti agli operatori, Medici, Infermieri ed OSS, in molti casi mandati allo sbaraglio come i Pompieri di Chernobil.

Forse non vi rendete conto che molti di questi Operatori non hanno nemmeno la tutela dell’ INAIL, che è riservata ai dipendenti. I Medici dell’ Emergenza, che operano su Ambulanze, Automediche ed in molti Pronto Soccorso, i Medici di Famiglia, gli Specialisti Ambulatoriali, la maggior parte dei Medici e degli Infermieri delle strutture private, specie delle RSA sono “partite IVA” e non hanno nessuna tutela, ed oggi, con il Vostro emendamento, togliete loro quella che deriva dalla Responsabilità Civile dei Datori di Lavoro…

Scarica il documento del Senato cliccando su questo link

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Art. 21 Costituzione italiana per la nuova Resistenza
Cari italiani, o ci riprendiamo le redini della democrazia o siamo già tutti morti in partenza come le vittime del Covid-19!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email