covid-19 & terrorismo democratico. BERGOGLIO, NAPOLITANO, MATTARELLA E CONTE: AL PRIMO PENSERÀ DIO, MA GLI ALTRI NON DOVREMMO MANDARLI SOTTO PROCESSO PER ATTENTATI PLURIMI ALLA COSTITUZIONE?

Il Nuovo Ordine Mondiale: ci stanno preparando a questo utilizzando l’arma del terrore Covid. Il popolo non conta: la PDemocrazia è nelle loro mani

 PUR SE IL DUCE NON C’È PIÙ

ITALIANI, TESTA GIÙ!


DISSE LA MOSCA della favola esopica, caduta nella pentola del brodo, mentre affogava: «Ho mangiato, ho bevuto, ho fatto il bagno. Cosa voglio di più?». Dico io, che un po’ di strada in questo mondo bene o male ho fatto: se anche dovessi essere vittima del Covid-19, cosa può capitarmi di peggio? Il peggio mi è capitato già tutto.

È fatalismo acèfalo? Per niente. È la posizione socratica ammirata dal mondo intero e seguìta da nessuno: specie dai filosofi (tranne uno o due) che ragionano, al 99%, con il cervello del Pd, cioè senza nessun cervello.

Il massimo dei mali che poteva capitarmi, l’ho avuto:

  1. Nacque per essere ammazzata 50 anni più tardi da Di Pietro e dai democratici con il Rolex al polso

    sono nato in una Italia libera e risorgente (1947)

  2. e dovrò andarmene in una Italia serva e tramontante, violentata dalla politica dell’impossessamento comunista del potere a partire da «mani sudice» e fino a personaggi a mio avviso squallidi e attentatori alla Costituzione

  3. nel frattempo mi è toccato:
    a) lavorare in una pubblica amministrazione e in una scuola marcia di ideologie falso-democratiche colorate di rosso, e terra incontrastata di maestrine della Cgil falso-cattoliche e pipione smesse
    b) scontrarmi con una magistratura (i giudici che io stimo senza riserve ci sono, ma si contano sulle dita di una mano – e forse un giorno, se ce la fo, prima di morire, ne farò volentieri i nomi) che non ha voglia di leggere; che ascolta gli avvocati e ci va a giocare a tennis insieme e a cena e ad altro (come il pallone di marca Napoli); che non conosce la lingua italiana, ma che, per pilotare una causa, diventa un Tullio De Mauro, con diploma, però, di linguista preso alle serali del liceo di Fantasyland
    c) ascoltare lezioni di morale da somari a 6, più che a 4 zampe, su come non si possa scrivere cazzo, ma caxxo, culo, ma cxlo, sega, ma sexa e stroxxxte simili da ciuccia-stecchi di ghiacciolo
    d) ascoltare preti illuminati che predicano l’antisalvinismo invece di parlare di Vangelo, di rispettare qualsiasi l’uomo e accettare tutti, specie i peccatori, secondo l’insegnamento di Cristo
    e) ritrovarmi con due papi: uno buono fuori corso legale, e uno di tolla, in corso legale come quella «cagata pazzesca» (Fantozzi) dell’€ moneta privata; uno teologo e uno guerrigliero, con scatti isterici dovuto a sospetto bipolarismo umorale
    f) lavorare con sedicenti colleghi giornalisti che sanno fare solo una cosa: stampare con firma propria perfino i pensieri diabetici che si trovano nei foglietti dei Baci Perugina; pronti a passare come vere, tutte le bufale/fake che Pd e sinistra integrale e/o raffinata trasmettono dalle stanze delle menzogne universali
    g) soccombere, senza poter fare la minima mossa, all’esercito dei manager teste-di-cazzo che prendono stipendi con cui potrebbero essere sfamati interi comuni montani come Abetone-Cutigliano (se penso a Moretti, ex-sindacalista…)

    In Italia basta… battere i piedi sul groppone del popolo

    h) essere trattato dalla sanità (non dai medici: o almeno non da tutti, ma spesso da chi è più comunista, sì) come un povero pezzo-di-merda che deve ringraziare il cielo di passare da mani zozze di tessera Pd e arrivate lì solo per quel motivo
    i) dover credere ai miracoli in ogni loro forma: dall’apparizione della Madonna di Medjugorje, alle prediche di Luigi Egidio Bardelli, che ci insegna le regole per vivere e sopravvivere.
    E lui lo sa bene come fare, dato che per tutta la vita è vissuto a spese nostre «idrovorando» i quattrini della Regione Toscana con il favore di vescovi, sindaci, politici, e con la copertura dei magistrati che, quando fu preso a riscuotere prestazioni sanitare anche per gente morta e sepolta da anni (epoca di Giampaolo Pagliai, Psi, Distretto socio-sanitario di Pistoia), lo fecero passare indenne dalle maglie della giustizia e amen
    l) essere costretto a guardare inerte la PiDiozia del «volgo profano» (Orazio) che s’è ingollato violazioni continue e ripetute ai dettati costituzionali grazie a Napolitano, a Mattarella e ai loro 6 governi del caxxo (così va bene, beghine del politically correct?) che sono: un crimine contro l’umanità se fatti da Pinochet; una «opportunità» se congegnate dai compagni con il Rolex al polso
    m) accettare qualsiasi ricatto in nome di un «bene comune» che, più che bene, è un pène indirizzato contro il cuxo del popolo
    eccetera…

Napolitano e Monti: assolti dal primo colpo di stato da una magistratura che era dalla loro parte

Riepilogando brevemente, non pensate che questo «terrorismo della paura del Covid», di cui si stanno servendo la criptochecca (è Sgarbi che parla) del non-presidente del consiglio, l’elegantissimo Conte dei pullover, mai con la mascherina e sempre arzillo in giro come un grillo canterino delle Cascine; il non-presidente Mattarella, una sorta di condor bianco minore d’Appennino, illegittimamente eletto e imparentato con familiari implicati nello scandalo della Banca Popolare di Bari; il dio onnipotente, creatore del cielo e della terra, Giorgio Napolitano, smistatore agli scambi con lo stesso amore per l’Italia mostrato dai manovratori di Lodi; il non-papa francescano, tutto sbilanciato verso l’affarismo di sinistra: non pensate, dicevo, che questi signori dovrebbero avere un vero trattamento democratico di lavaggio, sbiancaggio e risciacquo?

Giordano Bruno. Merita vivere in un regime in cui chi non si allinea viene bruciato e le sue ceneri sono gettate nel Tevere?

Lasciando da parte Bergoglio, su cui non abbiamo potestà, non credete che la «trinità dei patrioti» (Napolitano-Mattarella-Conte) in un vero stato democratico (e non democratico di sinistra come questo) dovrebbe essere mandata a giudizio, senza tante sexxe, per attentati multipli e reiterati alla Costituzione che in realtà adoperano come carta igienica?

E cosa vorrete farmi ora, angeli spennacchiati di questo sistema? Vorrete mandarmi al rogo come Giordano Bruno?

«Ho mangiato, ho bevuto, ho fatto il bagno»: je m’en fous de vous! Essalutatemassòreta che, fra l’altro, se vi somiglia, non può che essere chiatta come le istituzioni (?) che distorcete coprendole di insulti, ingiurie, infamie e vergogne!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Questa è critica, espressione di opinioni: leggetevi, tiranni di turno dal corto cervello, l’art. 21 della Costituzione!
Trovatemi, o intelligenze divine del sistema marcio, un potere che sia durato per sempre o che non abbia portato prima ai disordini sociali e, dopo, alla guerra.
Sentite cosa ne pensa la vostra padrona Heil Merkel!, con il suo Mes-in-cul, la sua Troika e i suoi forni che a breve potrebbero essere riaperti per cremare i risparmi degli italiani con una sola fiammata, o scienziati della storia di indirizzo marxista, o Vati Italici del futuro per i nostri figli e nipoti!

Pur se fighetto,
ognun di voi morrà col cxxo stretto!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email