covid-19. TOMASI AL TG1 DELLE 13:30 DIMENTICA IL PACINI DI SAN MARCELLO

Il sindaco di Pistoia al Tg1 parla di 40 posti letto ricavati nel vecchio Ceppo, ma non dice che 22 sono quelli del Pacini di San Marcello

SAN MARCELLO. “In Toscana la regione conta più di 3000 casi di contagio. Pistoia è la città più colpita in rapporto agli abitanti”, sono le parole di introduzione al servizio del Tg1 delle 13:30 dove viene intervistato il sindaco Alessandro Tomasi.

“Un disastro sanitario – le parole della giornalista – che ha costretto a far riaprire la vecchia struttura ospedaliera”, quella del Ceppo chiusa a luglio del 2013 per far posto ad una delle quattro meraviglie sanitarie del Granduca Rossi da Bientina.

Vedi qui il Tg1 al minuto 14:45

Sopralluogo all’ex Ceppo, abbandonato in mano ai topi e ad altro ancora…

Queste le dichiarazioni di Tomasi: “L’Ospedale sta lavorando a pieno regime e in collaborazione con l’Asl abbiamo predisposto, nel vecchio ospedale dismesso, il recupero di circa 40 posti letto. Purtroppo la situazione è ancora in divenire e ci aspettiamo tempi molto lunghi”.

E così i 40 posti letto predisposti in collaborazione con l’Asl per dare respiro al San Jacopo sono tutti al Ceppo?

E quelli requisiti in Montagna nel bistrattato ospedale Pacini con la ferma “non posizione” di Marmo Sindaco di San Marcello Piteglio, tirato a destra e a sinistra, prima dall’Asl con una convinta e “totale apertura”, poi tirato indietro dai suoi per “valutare soluzioni alternative” e infine e definitivamente ripreso da Asl e dal suo stesso partito con la “scelta obbligata e di responsabilità”?

covid-19. ARRIVATI I PRIMI TRE PAZIENTI AL PACINI DI SAN MARCELLO

covid-19 montagna (di ciance). E IL SANTO PARTITO DEMOCRATICO MUGGÌ: «SALVATE IL SOLDATO LUCA MARMO!»

covid-19. «CONTRORDINE COMPAGNI! NO MALATI A SAN MARCELLO!» E ALLORA DOVE, NELL’UFFICIO-STAMPA DI MORELLO MARCHESE O DI ROSSI?

covid-19 e politica. «PIDIOTI DI PISTOIA E DELLA TOSCANA, UNITEVI!» CI INSEGNANO COME SI CURA UN CONTAGIO CON LA TESSERA DEL PD

covid-19. PISTOIA “SCOPPIA”. ORA ANCHE IL PACINI DI SAN MARCELLO VA BENE

O al Ceppo sono tornati indietro i letti donati dal non-avvocato Cei a Livorno qualche anno fa o nei 40 posti ci sono anche quelli del Pacini?

Il piano dell’Asl, infatti, prevedeva fino a ieri l’attivazione di 19 posti letti al Ceppo e 22 in montagna.

Ma se così è, e se non lo è, come diceva mio nonno, le cinghiate sono per la prossima volta, perché non nominare la Montagna, San Marcello e l’ex Pacini? Non sarebbe stata cosa buona e giusta?

Il potenziamento del Pacini del 2013 secondo le veline della signora Daniela Ponticelli

Quando c’è da prendere si prende senza chiedere permesso, quando c’è da dare anche se un solo misero riconoscimento verbale, ciao Montagna, gli onori sono solo per la città.

Ma in fondo è sempre stato così, il Pacini ex-ospedale ora Piot con un Punto di Primo soccorso, potenziato dal Pd del rosso Rossi-Maroni-Abati-Saccardi-Morello Marchese è stato sempre bistrattato da politici vari di tutte le salse, compresa quella del Tomasi e di quell’inutile Società della Salute – buon pro vi faccia – della turchese Celesti.

Abbiano almeno l’umiltà di dire le cose come stanno, riconoscendo alla Montagna il sacrificio che ancora una volta le è stato chiesto e imposto d’imperio per il bene di tutti.

Si fa poi peccato, e noi di Linea Libera siamo peccatori, a domandare e chiedere conto del perché siamo in questa situazione, serviti dalla “sanità più migliore al mondo” ma con il 10% di mortalità quando in Cina hanno registrato il 3%, e a picchiarla sul muso degli illuminati al neon del neo liberismo capitalista di sinistra?

L’Italia, in questo momento sta spedendo i propri malti intubati in Germania con voli della protezione civile.

Ma il Pd e tutti i suoi cattocomunisti, cosa aspettano – come diceva Cristo – a mettersi una pietra al collo e a gettarsi in mare? Non abbiano paura di essere mangiati dagli squali: saranno senz’altro loro a squalizzare i pescicani – compreso quello di Pinocchi che sono!

Marco Ferrari
[marcoferrari@linealibera.info]
Delitto di cronaca, critica e peccati


PERCHÉ PISTOIA È LA CASA MADRE DEL PD E DI RENZI, LA CASA MADRE DEL COMPROMESSO STORICO, LA CASA MADRE DI MOLTI ACCORDI TRASVERSALI E, PERTANTO, DI MOLTI MALI, NONCHÉ UN FERTILE SEMINARIO DI SIGNORI CHE AMANO USCIRE DI SERA CON GREMBIULINI RICAMATI DI BEI SIMBOLI D’ORO E D’ARGENTO?


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “covid-19. TOMASI AL TG1 DELLE 13:30 DIMENTICA IL PACINI DI SAN MARCELLO

Comments are closed.