covid-19. UN CARO SALUTO A TUTTI (PD COMPRESI) PER LA FESTA DI SAN GIUSEPPE

Covid-19. Il male non è questo: è il governo cinese e la sete di quattrino

 

OGGI, San Giuseppe 2020, mi fa tornare alla mente un San Giuseppe di qualche anno fa, 19667 o 68, in  cui il professor Lanfranco Caretti (Letteratura italiana, quando l’Università era un po’ più seria di quella progressista di oggi) decise di fare esami in quel giorno festivo.

Gli argomenti svolti da lui erano due: gli Ossi di seppia di Montale e La Mandragola del Machiavelli. Non mi sono mai divertito di più. Di Pietro non si ricordava con chi si fosse laureato (perché forse la laurea se l’era comprata?), io ancor oggi rammento perfino le domande del Caretti…

All’epoca la Saca (Società Anonima Carretti Arrugginiti o Ciuchi Ammaestrati, attualmente Copit, ceduto ai francesi dai rossi di Rossi) nei giorni festivi riduceva le corse: quindi, per tornare a casa, a Quarrata, sarei dovuto scendere agli Olmi, sulla Statale 66, e farmi tre chilometri a piedi.

Ma era la festa di San Giuseppe, il falegname. E anche mio padre, falegname, era straordinariamente a casa, anche se di solito lavorava pure nei festivi. Così venne a rimorchiarmi agli Olmi con il suo Millecento Granluce bicolore grigio e tettuccio bianco. E fu una bella giornata.

Non è bella, invece, la giornata di oggi, 19 marzo 2020. Per l’emergenza che stiamo vivendo a causa della quale il cervello corto, o decurtato, di molti italiani per le ciance di una sinistra arraffona e grattogena, ha tolto quel velo di buonsenso che dovrebbe fungere da membrana cellulare per impedire all’idiozia ideologica di infettare la materia grigia.

Sarà bello il giorno in cui, voi che sopravvivrete perché siete molto giovani, dovrete scendere in campo per la vostra sopravvivenza e per mettere un paletto, magari nel cuore del governo cinese, come a Dracula: perché quel governo lì – così caro ai nostri «comunisti di rigurgito» – è un vero e proprio morto-vivente. È fascio-comunista-dittatoriale e, dalla parte del culo, è un cacone olo-filo-capitalista e deciso a prendersi il mondo intero.

Io, che nessun fui, se dio vuole, potrò essere morto e incenerito. A voi, democratici di sinistra, salati e impepati come un bel lardo di Colonnata da gente come Napolitano, Mattarella, Zingaretti, Renzi, Pipino il Breve, Carlo Martello, Bersani, Cacasenno e quella brillantissima mente di Sassoli l’europeista, toccherà salvarvi fisicamente da quella che sarà la guerra mondiale tradizionale dopo questa di oggi: una guerra che tornerà ad essere fatta di pallottole e bombe dopo tutte le palle che ci hanno detto e fatto i progressisti amici dei franco-tedeschi.

Antonio Gramsci non ha insegnato nulla

E la sinistra, che letteralmente «veniva» al solo sentir parlare della storiografia marxista; quella che ci aveva scassato i coglioni per anni, cercando di farci capire che la lotta era, sempre e comunque, fra chi sta bene (capitalisti) e chi sta male (i miserabili che lavorano), dovrà accorgersi del fatto che il Covid-19 non era quella specie di prepuzio grigio punteggiato di fiori rossi di herpes di vario genere: ma quei cinesini musetto-tondo e sorrisino, che hanno inculato il mondo in maniera gioiosa con la loro plastica a tre palle un soldo.

Riflettete su questo, comunisti mononeurali e trinariciuti italici: Cina in recessione (fame assicurata per 1 miliardo di persone), crollo del Pil cinese (Puttanate In Libertà) e panico con rivolte nelle città più grandi della Cina.

Indovinate cosa? Prepuzio all’Herpes rosso, casino a più non posso!

Il Covid-19 è stato la mano santa del Dio Dragone. Ha risolto tutto. Ha gettato lo scompiglio in tutto l’Occidente e la Cina si sfrega le mani. Se le muoiono 50 o 100 milioni di limoncelli è come strizzare un foruncolo a Primo Carnera. Però Trump, l’Inghilterra, la Russia e la Corea (e perché no? Il Giappone) sono in ginocchio. Il petrolio a 20 dollari al barile sapete quanta economia cinese rimette in moto mentre blocca l’Occidente impestato?

Cari comunisti di tutto l’Occidente uniti, radical chic in prima linea: la Cina vi ha inculato a sangue. E continuerà a farlo. Come non vi hanno detto del Covid-19, non vi hanno detto neppure che loro, il vaccino, molto probabilmente ce l’hanno e buono. Sono lì che se lo iniettano.

I comunisti sono sempre stati così: gente che se ne fotte e che il popolo se lo fotte. Buon San Giuseppe, quindi, anche alla chiesa di sinistra di Bergoglio e amen!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Diritto di parola e di voto, di vita e di morte
Piuttosto che essere progressista all’italiana, preferisco il Corona-birrus!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email