covid. È MORTO FERDINANDO PAMPALONI, STORICO DIRIGENTE SPORTIVO. IL MONDO DEL CALCIO GIOVANILE PRATESE IN LUTTO

Era il direttore sportivo del Coiano Santa Lucia. Il ricordo del sindaco Biffoni

Ferdinando Pampaloni

PRATO. C’è anche Ferdinando Pampaloni, meglio conosciuto con il nome di “Pampa”, 76 anni, storico dirigente del calcio giovanile pratese, tra le vittime del Covid.

Ne ha dato notizia sulla sua pagina facebook il Coiano Santa Lucia (di cui era Direttore sportivo) e poi tutti gli altri compreso il sindaco Matteo Biffoni che ha voluto ricordare le grandi doti come “dirigente, grande uomo di sport e soprattutto grande amico”.

“Mi sembra inconcepibile – ha scritto —non poterti più incontrare, immancabilmente, al campo, la tua passione infinita. Questa è proprio una brutta botta”.

Pampaloni è morto stamani all’ospedale Santo Stefano dove era ricoverato da fine febbraio dopo il peggioramento delle sue condizioni di salute.

Persona dalle grandi competenze nel calcio è stato un precursore del ruolo di direttore generale. È stato anche allenatore e poi osservatore. Conosceva tutti i ragazzi che giocavano a calcio a Prato e in provincia. Per decenni è stato un punto di riferimento per centinaia di giovani

“Dire che ci mancherai – ha scritto il presidente del Coiano Santa Lucia Roberto Macrì — è poco. Ma come ci siamo detti in confidenza, tutto passa ma qualcosa rimane. Le cose buone fatte in vita e il bene che ci siamo voluto”.

Pampaloni lascia una moglie e due figlie.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email