covid. TRAGEDIA FAMILIARE NEL COMUNE DI SAN MARCELLO PITEGLIO

In due ospedali diversi muoiono a poche ore di distanza un padre e la figlia. Il lunedì precedente era morta anche la madre. Nessuno era vaccinato. Il cordoglio del sindaco Luca Marmo

Le morti sono avvenute all’ospedale Santo Stefano di Prato e Ponte a Niccheri Firenze

SAN MARCELLO PITEGLIO. Tragedia famigliare nel comune di San Marcello Piteglio. In quattro giorni padre, madre e figlia sono rimasti uccisi dal Covid. La famiglia era originaria de La Secchia nel comune di Abetone Cutigliano. Guido Martinelli (86 anni) e la figlia Roberta (53 anni) secondo quanto si apprende dai quotidiani sono morti venerdì scorso ad una ora di distanza l’uno dall’altra;  il lunedì era deceduta la madre Vittorina Spadi, 80 anni.

Guido e Vittorina risiedevano a Mammiano mentre la figlia Roberta era residente con il marito e i figli a Spignana. Nessuno di loro a quanto si apprende dai quotidiani si era vaccinato.

 “C’è preoccupazione, anche fra i cittadini, rispetto alle recrudescenze del virus che stanno caratterizzando le ultime settimane “ ha scritto ieri su facebook il sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmo.

“Preoccupazione motivata perché siamo di fatto all’interno di quella che gli esperti definiscono la quarta ondata”.

La notizia è stata ripresa da tutte le agenzie di stampa

“Il confronto con lo scorso anno – questo il pensiero del sindaco — ci consegna, oggi, una situazione che è oggettivamente molto migliore. A fronte di un numero di casi giornalieri anche superiore a quelli del dicembre 2020 si riscontrano sia un tasso di contagio più basso sia una situazione ospedaliera che in questo momento è complessivamente gestibile.

Purtroppo le fasce di popolazione non ancora vaccinate favoriscono la circolazione del virus con quanto ne consegue in termini di possibilità di mutazione.

La variante omicron, che comincia a circolare anche in Italia, arriverà e sostituirà le altre. Questo è quello che, con tutta probabilità, accadrà nelle prossime settimane”.

“Il comportamento più efficace – ha aggiunto – si ispira ai soliti concetti: vaccini prima di tutto. Quelli che possono farlo sono caldamente invitati a provvedere. Non sottovalutiamo inoltre la mascherina. E’ assolutamente opportuno continuare a usarla in tutte le occasioni in cui i contatti con le persone si fanno più stretti”.

Marmo  ha espresso la sua vicinanza alla famiglia Martinelli “in un momento di così grande dolore”.

“Spero che l’abbraccio di tutta la comunità abbia l’effetto di farli sentire meno soli in un momento così duro da affrontare”.

Nel comune di San Marcello Piteglio ad ieri i casi positivi risultavano sessantasette: tra questi anche alcuni casi in qualche scuola, gestiti con i protocolli specifici e monitorati con il dipartimento della Prevenzione dell’Asl Toscana Centro per verificare gli effetti delle azioni intraprese”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email