cpap. MOTORIZZAZIONE CIVILE O ACCORPAMENTO A PISTOIA

 

Uno sportello avanzato anche a Prato ?

PRATO. Con una lettera indirizzata a tutti i capigruppo in Consiglio Comunale a Prato, il Comitato Provinciale Area Pratese, torna “a bomba” sulla questione Motorizzazione Civile ed i disservizi creati a Prato dall’accorpamento della stessa a quella di Firenze.

Il Cpap va all’attacco chiedendo ai gruppi consiliari di farsi promotori di una richiesta di audizione che porti i vertici della Motorizzazione Civile di Firenze a relazionare in Consiglio Comunale in merito alla situazione in cui versano gli uffici della stessa, in particolare focalizzando l’attenzione sulle eventuali ricadute negative sul territorio pratese in seguito ai disservizi che la stessa Motorizzazione Civile di Firenze sta avendo.

“E’ diritto del Consiglio Comunale in qualità di organo che rappresenta la comunità pratese, chiedere conto ufficiale della situazione in cui versa la motorizzazione civile” dice Nesti Fabio, Presidente del Cpap. “L’audizione dei vertici della motorizzazione di Firenze in Consiglio Comunale potrebbe essere anche un momento chiarificatore sul funzionamento della stessa motorizzazione, i cui meccanismi sono spesso oscuri ai cittadini” conclude Nesti.

Lo stesso Comitato Provinciale Area Pratese, inoltre, non esclude la possibilità di avanzare una richiesta di accorpamento di Prato alla Motorizzazione Civile di Pistoia, venendo così via da Firenze, qualora le prospettive in termini di erogazione di servizi, fossero migliori rispetto alla situazione attuale.

AUDIZIONE DIRETTORE MCTC

[Comitato Provinciale Area Pratese]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento