cpap. SENZA MOTORIZZAZIONE CIVILE SIAMO UNA CITTADINA

Il comitato provinciale area pratese torna a chiedere l'apertura di un ufficio in città
Uno sportello avanzato anche a Prato ?

PRATO. Il problema della Motorizzazione Civile, afferma Roberto Risaliti del Comitato provinciale area pratese, si risolve soltanto con l’apertura di una sede a Prato.

La richiesta, già di per sè anomala, di implementare il personale della Sede di Firenze (sic) è un rimedio momentaneo e apparente.  Quando iniziò la battaglia per l’ottenimento degli Uffici decentrati dello Stato, questo Comitato fu in prima fila e la Motorizzazione civile era ai primi posti delle nostre richieste data l’importanza dell’Ufficio e la necessità per una città così grande come Prato, di non doversi appoggiare ad altri Uffici fuori Provincia.

Eravamo infatti certi che il disservizio ci sarebbe stato come i fatti dimostrano. Siamo l’unica città di 200.000 abitanti a non avere tale Ufficio e ciò testimonia, se ce ne fosse ancora bisogno, la totale disattenzione per questa città che, come anche recenti fatti dimostrano, non è considerata una città a se stante ma una appendice di Firenze, un vero e proprio sobborgo.

E poi ci meravigliamo se ci chiamano cittadina!

Roberto Risaliti —Comitato Provinciale Area Pratese   

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email