CRI E ‘TRENTA ORE PER LA VITA’, UN DEFIBRILLATORE ALLA PISCINA GOGIS DI MONTALE

Il momento della consegna del defibrillatore
Il momento della consegna del defibrillatore

MONTALE. La consegna, da parte del Comitato locale CRI Piana Pistoiese, è avvenuta durante una cerimonia ufficiale alla presenza del Presidente della Provincia di Pistoia, Federica Fratoni, dell’Assessore allo sport del comune di Montale, Lucio Avvanzo, e del presidente del consiglio comunale di Montale, Alberto Fedi. Il defibrillatore semiautomatico è stato ufficialmente consegnato dai volontari della CRI ai dirigenti della Cogis, Giuseppe Pastorini e Doriana Degli Innocenti: l’apparecchio semiautomatico è stato installato all’interno dell’impianto sportivo, dopo che i formatori CRI, così come previsto dalla campagna nazionale, si sono preoccupati di formare gli addetti della piscina in maniera da renderli autosufficienti nell’uso del defibrillatore, in caso di effettiva necessità.

Il presidio salvavita è stato assegnato all’impianto sportivo di Montale nell’ambito della campagna nazionale di Trenta Ore per la vita-anno 2012, campagna che Croce Rossa Italiana sta portando avanti ormai da anni insieme all’Associazione “Trenta ore per la vita onlus”.

La campagna di raccolta fondi, portata avanti nel 2012 dal comitato locale CRI Piana Pistoiese, ha permesso di raccogliere la somma di € 2.533,32, grazie anche all’impegno della struttura sportiva di Montale che ha contribuito nella raccolta fra gli utilizzatori dell’impianto. L’intera somma è stata devoluta alla campagna di Trenta Ore e suddivisa nell’acquisto dell’apparecchio e nel percorso formativo per gli operatori che dovranno utilizzare il defibrillatore in caso di necessità.

Il Presidente della Provincia di Pistoia, Federica Fratoni, ha espresso la sua soddisfazione per l’iniziativa portata avanti dai volontari Cri della Piana Pistoiese, riconoscendo l’importanza che le strutture sportive siano dotate di queste attrezzature che possono salvare la vita delle persone in caso di un effettivo malore. Anche l’Assessore allo Sport del Comune di Montale ha espresso il suo plauso all’iniziativa, così come la responsabile della Co.gi.s., Doriana Degl’Innocenti, che ha alla fine ringraziato sia il Comitato Cri della Piana Pistoiese che l’Associazione Trenta Ore per la Vita per aver dotato la struttura sportiva di Montale di un presidio salvavita così importante.

Il Comitato Locale Cri Piana Pistoiese, del resto, ha sempre creduto molto nell’importanza di dotare sia le scuole che gli impianti sportivi del territorio con defibrillatori: oltre che alla piscina di Montale, infatti, i volontari della CRI si sono impegnati per raccogliere fondi, anche in collaborazione con il Comune di Quarrata e le altre associazioni di volontariato, per l’acquisto di defibrillatori da consegnare alle scuole del territorio quarratino.

[antonietta catapano – www.cripianapistoiese.com]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento