crisi gibus. LA REGIONE HA INCONTRATO AZIENDA E SINDACATI

Gibus tende da sole
Gibus tende da sole

FIRENZE-PISTOIA. Doppio incontro oggi presso la presidenza della Regione Toscana per la Gibus di Casalguidi (Serravalle Pistoiese), l’azienda che produce tende da sole e che ha deciso di smantellare lo stabilimento pistoiese per concentrare tutta la produzione a Padova dove ha sede la casa madre.

Il consigliere del presidente Rossi per i problemi del lavoro, Gianfranco Simoncini, ha chiesto all’azienda di fare di tutto per mantenere a Casalguidi il sito produttivo e, nel caso in cui questo non sia possibile, di creare le condizioni perché siano garantiti ai lavoratori la ricollocazione al lavoro ed il sostegno al reddito.

Nel pomeriggio i rappresentanti dei lavoratori, presenti il sindaco di Serravalle Pistoiese, Patrizio Mungai e il vicesindaco Simona Querci, hanno riferito sull’andamento del confronto sindacale in atto. Hanno riconfermato la loro posizione sul mantenimento del sito produttivo a Casalguidi e hanno detto della disponibilità da parte dell’azienda a confrontarsi sull’utilizzo di ammortizzatori sociali per gestire la fase di riorganizzazione che la proprietà intende comunque percorrere.

Simoncini ha fatto presente la disponibilità della Regione ad accompagnare le parti verso soluzioni che permettano di garantire tutti i lavoratori.

L’incontro si è concluso con l’impegno a mantenere l’attenzione sulla vertenza. Da parte della Regione è stata infine sottolineata la disponibilità ad attivare, se necessario, un tavolo di confronto alla presenza dell’azienda.

[carradori – toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “crisi gibus. LA REGIONE HA INCONTRATO AZIENDA E SINDACATI

  1. In parole povere. La GIBUS farà i suoi interessi. Starà alle istituzioni (cioè a pantalone) provvedere alla bisogna e a sobbarcarsi dunque i costi economici e sociali della loro riorganizzazione aziendale.
    Della serie: privatizzazione degli utili e socializzazione delle perdite.
    È il capitalismo, bellezza.

    Il “comunista” Daghini festeggerà con una foto di gruppo? E, nel caso, Insieme al Sindaco Mungai o insieme all’AD della GIBUS Gianfranco Bellin? Non rimarrei sorpreso se lo vedessi immortalato in una foto di gruppo con l’Amministratore Delegato. Peraltro, non sarebbe nemmeno una novità politica, dal momento che un suo compagno, l’ex Segretario regionale del PRC (fino al 2014) Stefano Cristiano è stato nominato dal Sindaco Bertinelli membro del CdA di Publiacqua in rappresentanza del Comune di Pistoia.
    Certo che un “comunista” in un CdA dovrebbe suscitare qualche perplessità e/o qualche interrogativo.
    Ma tant’è. Ormai questi sedicenti comunisti rifondaroli sono disposti a tutto pur di mantenere o conquistare qualche poltrona o qualche seggiola. Al limite si possono accontentare anche di uno strapuntino; l’importante è comunque non stare in piedi.
    Magari, per buttare un po’ di fumo negli occhi a quei compagni che non hanno – o fanno finta di non avere – ancora le idee chiare, diranno che fanno “entrismo” per infiltrarsi fra il nemico (la faccia tosta non gli manca).

    Per il PCL Pistoia Mario Capecchi

Lascia un commento