CRISTIANA MORGANTI IN SCENA A REGGIO EMILIA

Lo spettacolo della danzatrice, prodotto dal Funaro, al teatro Cavallerizza sabato 11 e domenica 12 ottobre

Cristiana Morganti, Jessica and me [foto Claudia Kempf]
Cristiana Morganti, Jessica and me [foto Claudia Kempf]
PISTOIA. Cristiana Morganti, storica danzatrice del Tantheater Wuppertal presenta un solo che la pone allo specchio con se stessa. Una riflessione danzata e ironica: sabato 11 ottobre e domenica 12 ottobre 2014 al Teatro Cavallerizza.

“Jessica and me”, di e con Cristiana Morganti, storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, debutta in prima assoluta al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia, nell’ambito del festival Aperto sabato 11 ottobre 2014, ore 20,30 (replica domenica 12 ottobre, ore 18.00).

Dopo il successo di Moving with Pina, “conferenza danzata” omaggio alla Bausch, Cristiana Morganti presenta un secondo solo, prodotto da Il Funaro – Pistoia con Fondazione I Teatri, di cui firma idea, coreografia e interpretazione. Lo spettacolo è realizzato con la collaborazione artistica di Gloria Paris, il disegno luci di Laurent P. Berger, i video di Connie Prantera, la consulenza musicale di Kenji Takagi.

Cristiana Morganti, Jessica and me [foto Claudia Kempf]
Cristiana Morganti, Jessica and me [foto Claudia Kempf]
Cristiana Morganti concepisce questo nuovo lavoro partendo da alcune domande cruciali, non solo in campo artistico e non solo per il suo percorso professionale, domande che affrontano il delicato tema della memoria, delle radici e delle eredità: come gestire l’influenza artistica di un grande Maestro? Come non cedere alla consuetudine di una certa estetica? Come rielaborare un passato di studi di danza classica lavorando nel Teatrodanza di Wuppertal?

Ed è proprio partendo da alcuni elementi autobiografici che Cristiana Morganti crea una riflessione danzata ironica, poetica, spiazzante, che prende sempre forme diverse. A volte osservandosi da fuori e a volte vivendo il momento, in un continuo infrangere i limiti di cosa è dentro e cosa è fuori lo spettacolo. “Avevo bisogno di buttare uno sguardo indietro per potermi proiettare in avanti – sostiene Cristiana Morganti – Lavoro a Wuppertal da vent’anni e vivo in Germania da quasi trenta … Fondamentalmente volevo capire chi sono diventata nel frattempo”.

Dopo il debutto, lo spettacolo proseguirà in tournée nei teatri d’Italia (info su www.ilfunaro.org).

[sirianni – associazione funaro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento