CRISTIANI TRADIZIONALISTI: I PROSSIMI APPUNTAMENTI FIORENTINI

L’incontro su San Pio X
L’incontro su San Pio X

FIRENZE. Dopo l’entusiasmante ultimo incontro durante il quale è stato presentato il libro del teologo padre Serafino M. Lanzetta “Il Vaticano II: un Concilio pastorale”, finalmente avremo modo di ricordare il grande Pontefice San Pio X, il Papa che combatté l’eresia Modernista, con la presentazione del libro di Cristina Siccardi: San Pio X: Vita di un Papa che ha ordinato e riformato la Chiesa” (Ed. San Paolo), che si terrà venerdì 31 ottobre 2014 presso la Regione Toscana – Sala delle Feste – via Cavour 18, Firenze, alle 17.

Dopo il saluto del Capo Gruppo alla Regione Toscana Giovanni Donzelli e quelli di Ascanio Ruschi, Presidente della Comunione Tradizionale e di Guido Scatizzi, collaboratore di Riscossa Cristiana, interverranno l’autrice del libro Cristina Siccardi e Don Pier Paolo M. Petrucci, Superiore del Distretto Italiano della Fraternità San Pio X e modererà l’incontro Pucci Cipriani, Direttore di “Controrivoluzione”.

Alle 11,:30 di venerdì 31 verrà celebrata la S. Messa in rito romano antico, a gloria di Dio e di San Pio X, dal M. R. Don Pier Paolo M. Petrucci presso la Cappella S. Chiara in via Guerrazzi n. 52.

Si segnala l’importanza di questo incontro proprio in un periodo di grande confusione e di tendenza eretica nella Chiesa proprio quando, come scrive il prof. Roberto de Mattei su “Il Foglio” di mercoledì 15 ottobre, con la relazione del Cardinale Erdo, durante un Sinodo blindato in cui non è stato dato spazio alla maggioranza dei Cardinali che difendevano l’ortodossia, è stato Cancellato il senso del peccato; abolite le nozioni di bene e di male; soppressa la legge naturale…

Coloro che difendono la Chiesa e la Fede di sempre sono oramai fatti oggetto di persecuzione, per cui sono chiamati a resistere proprio coloro che più profondamente venerano l’istituto del papato. (Una volta) chi resisteva era destinato al braccio secolare, che lo destinava alla decapitazione o allo squartamento.

Il braccio secolare contemporaneo applica il linciaggio morale, attraverso la pressione psicologica esercitata dai mass-media sull’opinione pubblica. L’esito è spesso il crollo psicofisico delle vittime, la crisi di identità, la perdita della vocazione o della fede, a meno che non si sia capaci di esercitare, con l’aiuto della grazia, la virtù eroica della fortezza.

Resistere significa, in ultima analisi, riaffermare l’integrale coerenza della propria vita con la Verità immutabile di Gesù Cristo, capovolgendo la tesi di chi – conclude Roberto de Mattei – vorrebbe dissolvere l’eternità del Vero nella precarietà del vissuto.

Si prega anche di leggere l’intervista del Alessandro Gnocchi al Card. Leo Raymond Burke, le dichiarazioni del Prefetto della Congregazione della Dottrina per la Fede Card. Muller, nonché l’articolo del vaticanista di “La Stampa” Marco Tosatti. Preghiamo dunque San Pio X perché interceda presso il Signore affinché salvi la sua Chiesa dall’apostasia.

Si ricorda che il prossimo incontro della Comunione Tradizionale, organizzato insieme alla Fondazione Lepanto e a Riscossa Cristiana, avrà luogo negli ultimi giorni di novembre con la presentazione del libro di Roberto Dal Bosco: Incubo a 5 Stelle: Grillo, Casaleggio e la Cultura della Morte (Fede e Cultura).

Si ricorda anche la conferenza di domani, sabato 18 ottobre 2014 alle 15:30, presso la Chiesa di San Jacopo al Girone (Fi) sulla S. Casa di Loreto. In tale occasione interverrà il prof. Giorgio Niccolini che parlerà sulla verità storica delle Traslazioni Miracolose della Santa Casa di Nazareth.

Segnalo infine anche l’uscita del film “Cristiada” sull’epica epopea dei Cristeros messicani. Il film sarà in distribuzione a partire dal mese di ottobre. A Firenze sarà nella sale cinematografiche a partire dal 24 ottobre.

[ruschi – comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “CRISTIANI TRADIZIONALISTI: I PROSSIMI APPUNTAMENTI FIORENTINI

  1. Come credente (sia pure con tutti i limiti, i peccati e i difetti) ho provato un fortissimo imbarazzo (per non dire di peggio) nel leggere questo articolo. Anche se i “tradizionalisti” immagino vicini ai Lefebriani, ai Legionari di Cristo (bella roba!) o altro ancora fossero solo tre gatti sperduti e reduci di un mondo scomparso, è triste ugualmente sentire ancora oggi, nel 2014, esaltare un papa che si è fatto vanto della sua ottusa crociata antimodernista.
    Certamente il peccato, l’errore umano, ecc, esistono ancora e la Verità di Cristo (non quella dei singoli papi, che vanno e vengono e sono stati anche protagonisti, nella Storia, di veri e propri crimini) è immutabile (per chi ci crede). Ma deve essere sempre presente l’accoglienza del peccatore, il perdono, la comprensione delle cose. Come sta facendo adesso Papa Francesco, che immagino sia inviso a molti di voi, anche se non avete il coraggio di dirlo chiaramente, ed al quale Pio X non lega neppure le scarpe, come non le legava a Giovanni XXIII od a Paolo VI.
    Ma voi, cosa pensate che farebbe Cristo se fosse sulla Terra ai nostri giorni? Parabole come quella del buon samaritano o come quella della donna “colta il flagrante adulterio” non sono capaci di insegnarvi niente? Vi reputate per caso voi in grado di scagliare la prima pietra, arroccati come siete in una ortodossia fuori dal tempo?
    O magari qualcuno tra voi pensa che Cristo, se fosse qui, magari, andrebbe alle “cene eleganti” di Arcore (termine alternativo per definire di un lurido e indecente postribolo).
    Sapete cosa vi dico per concludere? Si, forse Cristo andrebbe alle “cene eleganti”, ma tirerebbe tante di quelle frustate e di quelle pedate che in confronto nell’episodio dei mercanti del Tempio è come se avesse distribuito caramelle.
    Piero Giovannelli

Lascia un commento