crollo mura. QUERCI (PD): AGIRE PER EVITARE IL RIPETERSI DI SIMILI EVENTI SENZA SCARICARE RESPONSABILITÀ SULLA REGIONE

La nota della candidata al consiglio regionale Simona Querci in merito al crollo delle mura in viale Arcadia a Pistoia

Simona Querci

PISTOIA. “Oltre 30 metri di mura d’epoca medievale crollate lungo il viale Arcadia, a Pistoia, nel pomeriggio di ieri. Un pezzo di storia della nostra città che oggi non esiste più. Quello che possiamo fare adesso è agire per evitare che eventi del genere si verifichino ancora, adottare atteggiamenti propositivi piuttosto che tentare di scaricare la responsabilità sulla Regione Toscana, rea, a detta di alcuni, di non aver finanziato il progetto di consolidamento delle mura”.

Così Simona Querci, candidata al consiglio regionale, commenta la vicenda.

“Il Consiglio regionale ha stanziato fondi per finanziare progetti che intervengano sulle mura delle città cintate, ma per ottenerli occorreva partecipare al relativo bando con un progetto adeguato, e quello di Pistoia non è stato finanziato poiché non ha raggiunto il punteggio minimo di 40/100. Davanti a eventi di questo genere — conclude Querci — qualcuno crede davvero che alzare la voce sia la strada migliore?

Rimbocchiamoci le maniche e non lasciamoci più sfuggire l’opportunità di portare a Pistoia importanti finanziamenti per la cura e la salvaguardia dell’immenso patrimonio culturale della nostra città”.

[simona querci] 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email