culturidea. AL “PORRETTA SOUL FESTIVAL” LA CONSEGNA DEI TRE RITRATTI

Le opere della pittrice pistoiese Annalisa Fusilli sono state donate ai commossi eredi di Rufus Thomas e Solomon Burke mentre un terzo batik vola a Melbourne per progetti futuri
Tutti schierati…

PORRETTA —  PISTOIA. Le tre straordinarie opere della pittrice Annalisa Fusilli sono state donate sul meraviglioso palco del Porretta Soul Festival alle figlie dei compianti Rufus Thomas, al figlio di Solomon Burke e al complesso del Liceo Musicale di Melbourne Sweethearts.

Si tratta dell’ennesima impresa dell’associazione Culturidea da sempre impegnata nel valorizzare gli artisti pistoiesi ponendo in relazione solidarietà, cooperazione internazionale, cultura, musica e danza.

Nella serata conclusiva la kermesse, sul palco del Sweet Soul Music c’erano Venise e Carla Thomas, Solomon Burke Jr., prof. Micheal Fitzerald, Rick Hutton, il patron Graziano Uliani e per Culturidea, oltre all’autrice dei ritratti, Riccardo Fagioli, Beatrice Papi, Riccardo Diolaiuti, Matilde Rosati, alle spalle tutta l’orchestra schierata.

La premiazione

Gli straordinari ritratti di Annalisa Fusilli ora sono in volo per Memphis (Usa) e Melbourne (Australia), portando con sé quel tocco di arte italiana e pistoiese che sempre nel mondo è riconosciuta alla nostra patria.

La consegna dei doni si è compiuta in diretta televisiva, di fronte agli astanti entusiasti, con i musicisti che avevano lavorato con Rufus e Solomon, Bernard Purdie tanto per citarne uno, assolutamente commossi di felicità.

Il presidente di Culturidea nel proprio intervento di presentazione dell’iniziativa ha voluto porre a fuoco un obiettivo lineare e concreto. Questi omaggi artistici hanno lo scopo di onorare la memoria di stratosferici uomini del R&B e allo stesso tempo guardare verso il futuro con il dono al batterista Micheal Fitzgerald direttore del Liceo Musicale di Melbourne, una scuola ove si pone la storia della black music al centro dei programmi.

I destinatari degli omaggi sono maturati proprio in questo orizzonte di pensiero. Da una parte la memoria storica che ha una continuità nel fatto che i figli di Rufus e Solomon siano essi stessi cantanti e musicisti, dall’altra i giovani e giovanissimi che si impegnano a studiare i classici del soul.

Gli eredi con i ritratti dei propri congiunti

Venerdì 21 luglio le 30 adolescenti studentesse australiane, accompagnate dai propri docenti, dirigenti Culturidea e la prof.ssa Benedetta Franchi come interprete, si erano recati a visitare la U.F.I.P. (unica fabbrica la mondo che produce piatti musicali a mano), Fondazione Luigi Tronci, importanti luoghi pistoiesi, rimanendo sbalordite da quanto visto.

Così, se da una parte sul palco di Porretta si è voluto celebrare la grandezza di mostri sacri della musica attraverso la pittura pistoiese, dall’altra la stessa pittura ha voluto essere il veicolo di curiosità verso le nuove generazioni anelanti la musica.

Un fatto che tutti i premiati e gli astanti hanno apprezzato moltissimo è che questo premio è giunto loro da una associazione da decenni impegnata sul fronte della cultura e della musica e soprattutto della cooperazione internazionale con la costruzione ed il sostentamento del centro didattico padre Vittorio Agostini, scuola dello sport Roberto Clagluna a Nsioni, Lukulà, Congo.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento