culturidea. BUONI ESEMPI CONTRO IL RAZZISMO IMPERANTE

Congo, bambino alla lavagna

PISTOIA. Dal 2013 nella zona forestale del Bas-Congo è attiva e sta scolarizzando centinaia di persone un centro didattico intitolato al missionario comboniano pistoiese padre Vittorio Agostini.

Annesso a questa scuola vi è anche un centro sportivo dedicato a Roberto Clagluna. Queste due realtà sono state costruite e sono sostenute dalla generosità della comunità pistoiese attraverso eventi organizzati dall’Associazione Culturidea.

L’idea di costruire questa scuola che oggi sta dando speranza di riscatto e futuro a 56 villaggi di una delle zone più povere del mondo è nata in Culturidea nel 2009.

Da quel momento pervicacemente tutti gli anni si sono susseguiti gli eventi che hanno portato all’inaugurazione ed ufficializzazione del Centro Didattico nel settembre 2013. La scuola ha voluto essere la prosecuzione dello spirito del missionario di Masiano prematuramente scomparso e sepolto proprio in Congo quasi trent’anni fa.

Congo, le targhe

Vittorio Agostini era un figlio della nostra terra. Nato nel 1941, cresciuto in una famiglia contadina che poi si è dedicata al vivaismo, sentì da giovanissimo la vocazione missionaria. Chiamato da san Daniele Comboni, si potrebbe dire, a servire i più poveri trai poveri del pianeta ha concluso il suo cammino terreno che non aveva neanche 50 anni di età.

Particolare anche la circostanza della dipartita, perché praticamente avvenuta con un malore fatale mentre stava celebrando la Santa Messa. Così Culturidea, che già da molti anni aveva iniziato, proprio grazie all’impegno dei nipoti di padre Vittorio, la propria amicizia con i Missionari Comboniani, decise di dedicare tutte le proprie forze nella costruzione di una scuola che ne ricordasse la memoria.

Ispirandosi al motto di san Daniele Comboni salvare l’Africa con l’Africa partendo dall’istruzione” si è strutturato un festival che coniugando varie forme di arte permette a tutto il pubblico che partecipa di dare un modesto contributo (meno di dieci euro a persona) e con questo denaro essere protagonisti della costruzione e sostegno dell’Istituzione scolastica in Congo.

Il denaro raccolto viene sempre consegnato in cerimonia pubblica con la presenza di un rappresentante dell’Amministrazione Comunale brevi manu al responsabile congolese dell’associazione che lo consegnerà direttamente in Africa.

Sono questi esempi, come il ricordo che il dottor Roberto Clagluna ha lasciato nella città di Giano, a fare sì che si possa trovare, vicino a noi, elementi di serietà e speranza contro il razzismo.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento