culturidea. SILVANO CARROLI, VOCE INDIMENTICABILE

Silvano Carroli

PISTOIA. Il 25 ottobre 2013 nell’Aula Magna del Seminario a Pistoia si tenne una straordinaria serata lirica che vide protagonisti i soprani Wilma Vernocchi e Simona Bertini con il tenore Carlo Bini accompagnati al pianoforte dal maestro Pietro Mariani. Il cast era già straordinario, ma poteva esserlo molto di più. Nella programmazione iniziale dell’Associazione Culturidea era prevista anche la presenza del famosissimo baritono Silvano Carroli.

Riccardo Fagioli e Beatrice Papi avevano conosciuto il maestro Carroli poche settimane prima proprio a casa di Carlo Bini in cui era stata contattata anche Wilma Vernocchi. Tutti e tre i grandi artisti e Pietro Mariani che li accompagnava dettero ai dirigenti Culturidea la piena disponibilità a partecipare al concerto benefico organizzato per i bambini del centro didattico padre Vittorio Agostini in Congo.

Alla magnifica serata si sarebbero poi aggiunte due straordinarie soprano pistoiesi Veronica Senserini e Benedetta Gaggioli. Nelle intenzioni di Culturidea c’era il consueto concetto di far esibire giovani talenti locali con mostri sacri del melodramma, raccogliendo fondi in beneficenza.

Il concerto si tenne e fu uno straordinario successo con una folta presenza anche di giovani e giovanissimi. Tuttavia il maestro Carroli non poté partecipare perché colpito da influenza.

Questa assenza impedì a Culturidea di rimettere su uno stesso palco tre straordinari artisti come Silvano Carroli, Wilma Vernocchi, Carlo Bini. Presidente e vicepresidente di Culturidea avevano avuto la fortuna di vederli insieme a cantare a Montevettolini nella residenza di Bini, ma questa fortuna purtroppo non poté essere condivisa con i pistoiesi.
Silvano Carroli spentosi recentemente a Lucca è stato un protagonista assoluto della musica lirica in tutto il mondo.

Carroli, che nella sua carriera si è esibito anche come basso, è stato impegnato soprattutto nel repertorio verdiano, pucciniano e verista, ma non ha trascurato puntate mozartiane (Don Giovanni) e rossiniane (Figaro e il Faraone).

Nella sua carriera ha lavorato al fianco di colleghi come Boris Christoff, Mario Del Monaco, Magda Olivero, Carlo Bergonzi, Cesare Siepi, Raina Kabaivanska, Ghena Dimitrova, Montserrat Caballé, Carlo Bini, Catia Ricciarelli, Wilma Vernocchi, Plácido Domingo, Luciano Pavarotti, José Carreras, Nicolai Ghiaurov, con direttori fra cui James Levine, Carlos Kleiber, Zubin Mehta, Peter Maag, Wolfgang Sawallisch, Giuseppe Sinopoli, Bruno Bartoletti, Giuseppe Patané, Claudio Abbado.

Oggi ancora di più dispiace di non averlo potuto vedere a Pistoia.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email