culturidea. UN MUSEO PITTORICO DEDICATO AL PORRETTA SOUL FESTIVAL

batik sax gordon

PISTOIA. Nei giorni scorsi con lettera protocollata e successiva risposta ufficiale dell’assessore al Turismo e Attività Produttive del Comune di Alto Reno Terme, l’associazione Culturidea ha formalizzato all’amministrazione dell’Appenino Bolognese la propria proposta per un museo di pitture dedicate agli artisti del Porretta Soul Festival. Nella lettera scritta dal presidente Culturidea si fa riferimento non solo al successo della collaborazione in atto tra l’associazione pistoiese e il festival, ma a ben altro.

Vi si legge come non sia un caso che in tutti i luoghi, specie statunitensi ove hanno vissuto, si sono esibiti, hanno iniziato o accresciuto la propria carriera musicisti, si siano creati luoghi di culto (spesso inventati o ricostruiti di sana pianta perché precedentemente distrutti come la casa natale di Elvis Presley a Tupelo o la stessa Sun Records a Memphis), che celebrano e creano un turismo altro rispetto alle manifestazioni musicali.

Così Riccardo Fagioli, partendo anche dal successo della mostra delle opere di Annalisa Fusilli e fotografie di Fiorenzo Giovannelli, ritiene che anche Porretta dovrebbe fare lo stesso istituendo un luogo celebrativo della Soul Music.

batik elvis

Culturidea invita quindi l’Amministrazione a pensare ad un luogo fisico aperto 365 giorni l’anno che possa fungere da volano ad altri prodotti del territorio. Di fianco a questo museo secondo l’opinione della realtà pistoiese si potrebbe realizzare un vero, autentico punto di sviluppo di tutto l’appennino con anche e soprattutto vendita di prodotti tipici locali e magari uno spazio per piccoli concerti da tenersi tutto l’anno.

Questo museo potrebbe, quindi, essere l’occasione per strutturare punti vendita anche di prodotti tipici caratterizzati da una confezione che richiami il Soul oltre a tazze, spille, cappelli, cuscini e quant’altro legato strettamente alla musica.

La risposta a questa proposta da parte dell’Amministrazione non si è fatta attendere. L’assessore non solo ha comunicato via p.e.c. il numero di protocollo della proposta ma si è detto immediatamente impegnato nella ricerca di un luogo ove tale museo potrebbe vedere la luce.

Niccolò Savigni si è anche dichiarato pronto a coinvolgere eventuali altri investitori in questo progetto ed ha comunicato che quando si realizzerà il bando per selezionare gli artisti partecipanti al progetto non si farà mancare la collaborazione preziosa dell’associazione Culturidea.                                                         

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento