cutigliano. ARRIVA L’AUTUNNO E CADONO I RAMI

Il ramo caduto sul viale Europa a Cutigliano
Il ramo caduto sul viale Europa a Cutigliano

CUTIGLIANO. [m.f.] Le stagioni non sono più quelle di una volta e forse in questo luogo comune c’è un po’ di verità.

Eh sì, perché una volta al tempo dei nostri nonni in autunno cadevano lentamente le foglie.

Oggi tutto va più veloce e nella società frenetica non c’è più tempo di aspettare che le foglie cadano una ad una: la natura si adatta alle nuove condizioni e ora dagli alberi cadono direttamente rami interi.

Ma il colpevole è l’uomo. Si parla tanto di prevenzione, ma di manutenzione, per evitare danni peggiori, non ne viene fatta.

Basta fare un giro per la montagna e constatare lo stato in cui versano i cigli delle strade con le cunette laterali completamente invase da terra e erbacce, oppure leggere la cronaca locale da cui vediamo che le scuole sono ridotte a piscine e si chiede ai genitori di farsi carico della riparazione del tetto.

Con in primi temporali autunnali e con l’inverno alle porte iniziano anche i primi problemi e la natura presenta il conto.

Venerdì scorso, 14 ottobre, si è abbattuto, sulla Montagna Pistoiese, il primo forte temporale causando alcuni danni, fortunatamente senza conseguenze alle persone.

L’accaduto ci viene segnalato dall’albergatore Giuliano Tonarelli di Cutigliano, che scrive:

Il temporale che si è abbattuto sul nostro comune ha contribuito alla rottura di un grosso ramo, che, caduto sul viale Europa – la strada che da Cutigliano conduce alla partenza della funivia e ad alcune agglomerati abitativi –, ne ha causato la chiusura al traffico per qualche ora.

I vigili del fuoco, intervenuti prontamente, hanno permesso in breve la riapertura dalla strada. La nota continua ponendo l’accento sulla casualità dell’evento e affermando che non è un danno accidentale, ma  voluto.

Com'è ridotta la ringhiera
Cutigliano. La ringhiera di viale Europa dopo la caduta del ramo

La pianta in questione – spiega Tonarelli – è oggetto di rottura da diversi anni, tanto che alcuni anni fa, un altro temporale determinò la caduta di un analogo grosso ramo. Anche in quell’occasione la strada venne chiusa, seppur brevemente.

La pianta, invasa dall’edera e già in fase di morte, è diventata fragile a qualsiasi intemperia. Io stesso ho comunicato al Comune che c’erano altri rami pericolosi, e sarebbe stato il caso di intervenire tagliando quelli secchi.

Il ramo, fortunatamente, nel 2015 cadde nella scarpata sottostante senza creare danni.

A giugno dello scorso anno il geometra di Cutigliano ha inviato al Comune una nuova comunicazione segnalando altri rami che stavano seccando e che sarebbe stato opportuno tagliarli per preservare l’incolumità delle persone e di chi vi transitata.

A tutto questo ci ha pensato il tempo. Ma se mentre cadeva il ramo passava una macchina o una persona cosa sarebbe successo? Ma perché non si fa la tanto divulgata e enunciata prevenzione e si interviene solo dopo il danno?

Da quanto accaduto l’albergatore pone le seguenti questioni:

  • il nostro comune ha messo a disposizione dei cittadini una e-mail dilloalcomune@comune.cutigliano.pt.it, oltre a una dipendente che recepisce le comunicazioni verbalmente. Ma se queste comunicazioni non vengono ascoltate, a cosa serve tutto questo?
  • Perché l’amministrazione comunale una volta recepita la comunicazione, spesso e volentieri, non interviene e si aspetta che si verifichi il danno con conseguente aggravamento e maggiori spese?
  • Due dipendenti con relativi mezzi sono intervenuti per togliere la pianta e mettere in sicurezza il luogo e altri due dovranno intervenire per ripristinare la ringhiera. Ma allora questo tempo non poteva essere programmato prima, invece di intervenire come urgenza e tralasciando altri lavori programmati e spendere più e soldi non preventivamente stanziati nel bilancio comunale?

Lo strano è che succede sempre così – conclude Tonarelli –: mi piacerebbe che qualcuno, una volta, mi spiegasse il perché.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “cutigliano. ARRIVA L’AUTUNNO E CADONO I RAMI

  1. Caro M.F prenda nota dei giorni che passeranno per vedere la ringhiera riparata…io penso che ne passerà molta di acqua sotto a codesto ponte prima di vederla riparata…

Lascia un commento