cutigliano. CONFERITI I PRIMI “MARZOCCHI”

Premio "Il Marzocco"
Premio Il Marzocco

CUTIGLIANO. Si è tenuta stamattina, 17 dicembre, alle 11, nella sala Consiliare del Comune di Cutigliano, gremita di gente per l’occasione, la cerimonia con cui è stato consegnato a quattro cittadini distintisi nel corso della loro vita per il loro impegno e la loro attività a favore della collettività, il riconoscimento civico “Il Marzocco”.

Insigniti dell’onorificenza, istituita quest’anno per la prima volta.: Marisa Ceccarelli, Eolo Nesti, Ugo Pagliai, Daniele Petrucci.

Il più alto riconoscimento civico è simbolicamente rappresentato dalla scultura in legno dell’artigiano Gabriele Cecchini che raffigura, il leone simbolo del potere popolare, posto su una colonna all’ingresso del Palazzo dei Capitani sede del Comune.

LE MOTIVAZIONI DEL PREMIO

Marisa Ceccarelli, è stata la maestra di Pian degli Ontani, dove ha svolto la sua funzione di insegnate fino al ’96, quando la scuola fu chiusa per mancanza di bambini.

Dalla fine degli anni 90 è diventata presidente del centro studi Beatrice.

Il premio gli stato conferito per la passione, competenza e per l’incessante lavoro svolto in questi anni per mantenere viva la memoria e l’opera della della “poetessa pastora” vissuta su questi monti nel XIX secolo.

Eolo Nesti, è il titolare della storica azienda che porta il suo nome che opera dagli inizi degli anni 50 nel campo conserviero dei prodotti del sottobosco, soprattutto funghi porcini.

L’azienda con gli anni cresce, si trasforma in società di capitale ed entra nel circuito della grande distribuzione. I suoi prodotti made Montagna Pistoiese sono oggi sulle tavole di tutta Italia.

Il premio, ricevuto non senza commozione lo ha voluto dedicare e condividere con il figlio senza di cui non avrebbe realizzato quanto fatto.

il-marzocco-un-momento-della-premiazione
Cutigliano. Un momento della premiazione

Daniele Petrucci, è uno dei grandi animatori della Val Sestaione. Un trascinatore, sempre presente in tutte le iniziative. Tra le sue “invenzioni”, la stella cometa luminosa che scende per Natale a Pian degli Ontani dal Balzo dell’Aquila e la colomba pasquale che la mattina di Pasqua arriva sulla piazza condotta da un cavo metallico sospeso in aria e libera cinque colombe vere, una per continente, come segno di pace.

Ugo Pagliai, conseguito il diploma di perito agrario enotecnico si inscrive all’albo professionale ed inizia la sua attività in varie realtà agricole della Toscana legate alla vinicoltura.

I suoi successi professionali lo portano a vincere prestigiosi premi nazionali e internazionali, l’ultimo dei quali ricevuto lo scorso anno a febbraio a New York quale miglior enologo dell’anno.

[Marco Ferrari]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento