cutigliano. «SE TI SCORDO NON VALE». L’ULTIMO LIBRO DI TIZIANA MORRONE PRESENTATO ALLA SAGRA DI MEZZESTATE

Sarà presentato oggi pomeriggio giovedì 27 agosto alle ore 18

CUTIGLIANO. [M.F.] Se ti scordo non vale è l’ultimo libro di Tiziana Morrone sarà presentato oggi pomeriggio, giovedì 27 agosto alle ore 18, alla Sagra di Mezzestate di Cutigliano.

Il libro illustrato da Mirco Della Secchia, parla ai bambini di un grande tabù, la morte, attraverso l’amicizia e le emozioni.

Francesca ed Esme, due bambine di dieci anni, sono amiche per la pelle e condividono tutto.

Quando Francesca perde il padre, la vicinanza di Esme diventerà ancora più importante, capendo subito che, oltre al dolore di una perdita così grande, dovrà affrontare anche la difficoltà di relazionarsi con un concetto sconosciuto fino a quel momento: la morte.

“Perché i grandi non vogliono che noi bambini parliamo della morte? È una cosa sbagliata?” chiede un giorno la piccola Francesca all’amica.

È una domanda difficile, che le bambine non hanno il coraggio di porre direttamente ai loro genitori.

Saranno i grandi, stavolta, a doversi ergere al livello dei più piccoli, per rendersi conto che l’unica possibilità per trovare una risposta è quella di dare ascolto, e spazio, alle proprie emozioni.

Francesca Petrucci intervisterà l’autrice e insieme ci sveleranno la storia del nuovo libro, il sedicesimo della collana I cuccioli, dedicata proprio ai piccoli lettori.

Sara Ferraioli, direttore di Mds editore e supervisore della collana, lo definisce “un libro fortemente voluto, perché il tema del lutto è un argomento difficile che solitamente non si sa come affrontare con efficacia”.

Come si parla della morte ai bambini? È giusto farlo e dire tutto? A queste domande risponderà la Dr. ssa Giusy Carrubba, psicologa e psicoterapeuta.

TIZIANA MORRONE

Tiziana Morrone

Nasce sulla Montagna Pistoiese nel 1979 dove tutt’ora vive circondata da boschi generosi e cullata da tramonti che pennellano i crinali.

Lavora in un centro di riabilitazione come operatore socio sanitario ed è mamma di due bambini.

L’entusiasmo è il colore delle sue giornate e il motore delle sue passioni.

Predilige la comunicazione in ogni sua forma e nel tempo libero ama dipingere, leggere e scrivere storie.

Ha pubblicato: Arduino e la combriccola del bosco (2013), Pomodoro. La rana che non sapeva saltare (2014) che ha anche illustrato oltre a Lupopesce & Volpemagica (2016), Il Delfino Arno (2017), Giochi d’Arno (2018), Il Grillo del Rosmarino e altre favole del Bosco (2018), Il paese di Millelingue (2019), il romanzo Ero dunque sono (2016) e Felice di nome e di fatto (2017).

In tutto ciò che nasce dalle sue mani traspare l’amore per il territorio in cui è nata e cresciuta.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email