DA QUARRATA A LATINA PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO

Il Comune mette a disposizione due autobus per partecipare alla 19.a edizione della manifestazione di «Libera» e «Avviso Pubblico» in ricordo delle vittime delle mafie
La 'giornata' di Latina
La ‘giornata’ di Latina

QUARRATA. Da Quarrata il prossimo 22 marzo partiranno due autobus con destinazione Latina, nel Lazio, per permettere a chi lo desidera di partecipare alla “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” (giunta alla 19° edizione) organizzata dall’associazione Libera e Avviso Pubblico. Li mette a disposizione il Comune di Quarrata per permettere a giovani ma anche a nuclei familiari, volontari delle associazioni ma anche ragazzi appartenenti alle parrocchie locali e che seguono da tempo un cammino di sensibilizzazione nei confronti delle tematiche legate al rispetto delle regole e della legalità, di raggiungere con facilità il luogo della manifestazione. Da tempo l’amministrazione comunale è attenta agli aspetti della educazione alla legalità.

Basti pensare ai numerosi incontri che si sono succeduti negli anni già dai tempi delle amministrazioni guidate da Stefano Marini e poi riconfermate , ampliate e amplificate da Sabrina Sergio Gori. Tra questi ricordiamo gli appuntamenti dei Meeting della legalità. Un contributo fondamentale poi alla sensibilizzazione a certe tematiche è stato dato negli anni dalla Casa della Solidarietà-Rete Radiè Resch prima (organizzatrice della Marcia per la Giustizia con la presenza di tanti testimoni, forti delle proprie esperienze personali) e dall’associazione Pozzo di Giacobbe , poi, grazie alla quale molti giovani negli anni hanno avuto la possibilità di “sporcarsi le mani” direttamente in quelle terre di confine impegnate in una lotta quotidiana per la conquista delle regole di convivenza civile e del diritto di cittadinanza senza però mai dimenticare l’impegno in loco.

La Giornata della Memoria e dell’Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere. ‘Ma da questo terribile elenco – sottolinea Libera – mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare’.

La frase che caratterizzerà questa edizione è “Radici di memoria frutti di impegno”. Gli oltre seicento famigliari di vittime di mafie saranno presenti fin dal giorno prima, quando prenderanno parte alla consueta riunione seguita dalla veglia di preghiera e di riflessione. Un momento interamente a loro dedicato, che precede l’abbraccio collettivo che i partecipanti alla giornata del 22 marzo renderanno loro.

È stata scelta per questa edizione la città di Latina perché secondo le ultime relazioni della Direzione distrettuale antimafia di Roma, la zona laziale più appetibile risulta essere proprio questa provincia: terra di conquista dei clan Bardellino, Esposito, La Torre, Mallardo e Mocci ma anche il territorio in cui nel 2009 non si procedette – su impulso dell’allora ministro dell’Interno Roberto Maroni – allo scioglimento del Comune di Fondi, nonostante il prefetto gli avesse inviato una relazione di cinquecento pagine con le prove dei condizionamenti da parte delle ‘ndrine calabresi. È anche la provincia dove venne ucciso nel 1995 don Cesare Boschin. Nel Lazio sono presenti oltre seicento beni sottratti ai boss. La regione è stata anche teatro di traffici illegali di rifiuti intorno alla discarica di Borgo Montello, di abusivismo edilizio;

Le prenotazioni per usufruire del “passaggio” sono già aperte e già molte adesioni stanno arrivando dai gruppi giovanili delle parrocchie di Vignole e Quarrata, dall’Associazione Pozzo di Giacobbe e dalla Cooperativa Gemma. È richiesta una compartecipazione di € 7,00 a persona, da versare al momento dell’iscrizione.

Il programma della giornata prevede: alle ore 04.00 – Ritrovo e partenza da Quarrata (Piazza del Comune) ore 09:00 – Concentramento dei partecipanti in Via Isonzo a Latina; ore 10:00 – Partenza del corteo ore 10:45 – Arrivo del Corteo in Piazza del Popolo; ore 11:00 – Inizio lettura dei nomi delle vittime e interventi dal palco; ore 15:00 – Inizio seminari (http://www.memoriaeimpegno.it/il-pomeriggio-del-22-marzo-a-latina/) ;ore 17:30 – Chiusura seminari ;ore 18:00 – Partenza da Latina; ore 23:00 – Rientro a Quarrata.

Info e prenotazioni: Comune di Quarrata – Ufficio Relazioni con il Pubblico – Tel. 0573.771.220/213 Pozzo di Giacobbe – Tel. 0573.739626 – pozzodigiacobbeonlus@tiscalinet.it – Coop. Soc. Gemma, Tel. 0573.739626 | coop.gemma@libero.it.

andreaballi@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento