“DANZARTE AGLIANA”, A PICCOLI PASSI VERSO L’ECCELLENZA

Le allieve di Danzarte
Le allieve di Danzarte

AGLIANA. Annata da record questo 2015 per Danzarte Agliana: la scuola di danza classica e moderna, presente ad Agliana dal 2002 e diretta dalla Maestra Elisabetta Bresci, ha infatti riportato una serie di grandi successi in tutta Italia e non solo.

Tantissime le soddisfazioni arrivate, soprattutto quelle legate alle ammissioni presso le più prestigiose Accademie internazionali per diversi allievi: a partire dai più giovani ricordiamo Giulia Nardin, 11 anni, ammessa alla Summer School dell’Opera di Vienna; Pietro Coda, 11 anni, ammesso al TaZ , Accademia di Danza di Zurigo, all’Accademia di danza del Teatro alla Scala di Milano, alla Summer School del Royal Ballet di Londra e alla Summer School dell’Accademia di Monaco di Baviera; Letizia Badiani, 14 anni, anche lei ammessa sia a Zurigo che alla Scala ma anche all’Accademia di Stoccarda; Claudia Fiaschi, Carmen Biscardi, Jasmine Santini, tutte tra i 15 e i 17 anni e tutte ammesse a Rochester, così come Matilde Marini, 18 anni, ammessa anche alla Summer School dell’Accademia di Monaco di Baviera.

Il giovane allievo Pietro Coda Danzarte
Il giovane allievo Pietro Coda

Impossibile riportare tutti premi e le borse di studio vinte durante l’anno, ci limitiamo a segnalare il primo posto nella categoria passo a due baby di Giulia Nardin e Lavinia Maiani a Livorno In Danza e a LeccoDanza, il primo posto nella categoria passo a due juniores a Letizia Badiani e Carmen Biscardi a Moncalvo Danza, e la pioggia di premi raccolta a Campi Bisenzio con primi posti per Aurora Bigagli, Arianna Bessi, Asia Matteini e il gruppo baby.

“Sono felice ed orgogliosa del livello tecnico ed artistico raggiunto dalle mie allieve e dai miei allievi in questo anno – ha spiegato Elisabetta Bresci – Un ringraziamento sento di farlo a tutte loro per la grande passione che mettono nello studiare questa meravigliosa arte che è la danza”.

“La danza – spiega Bresci – è da sempre per noi un’avventura artistica esistenziale e culturale irrinunciabile; uno stile di vita. Danzarte cerca all’inizio di sviluppare la personalità e la creatività dei bambini con un programma di attività, di animazione e di introduzione alla danza. Il gioco-danza indirizzato ad allievi tra 3 e 5 anni prepara il bambino ad intraprendere qualsiasi tipo di attività motoria e artistica. Successivamente si passa all’approccio con la danza classica accademica. Lo scopo di Danzarte non è solo la preparazione completa e curata del futuro ballerino professionista, ma anche e prima di tutto la formazione corretta per chi frequenta i corsi solo come attività di piacere nel tempo libero; per questo cerchiamo di offrire a tutti la possibilità di apprendere le varie discipline teatrali e sportive offrendo corsi non solo di danza classica, ma anche danza moderna e contemporanea e corsi di hip hop, non lasciando nulla all’improvvisazione e al dilettantismo”.

Letizia di Danzarte
Letizia Badiani

Da ricordare che Elisabetta Bresci ha anche curato la direzione artistica di Agliana Danza che si è tenuto con grande successo lo scorso marzo al Teatro Moderno di Agliana ed ha coinvolto più di 50 scuole di danza provenienti da tutta Italia sia nel concorso che negli stage tenuti da professionisti del calibro di Jan Broeckx (Direttore dell’Accademia di Monaco di Baviera), Ludmill Cakalli, Mauro Astolfi, Fabio Crestale.

Chi volesse seguire i saggi di fine anno della scuola Danzarte, è invitato il 25 ed il 27 giugno presso il Teatro Moderno di Agliana ed il 30 giugno presso il palco di piazza Gramsci, sempre ad Agliana.

[il moderno]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento