(de)formazioni. ELARGIZIONE LIBERALE O BUSINESS?

Lettera aperta ai dirigenti degli Istituti superiori Liceo classico Forteguerri, liceo artistico Petrocchi di Quarrata e Istituto commerciale Capitini di Agliana

 

La Giuntoli Loretta (terza da sinistra) presenta il progetto al Capitini di Agliana

PISTOIA. Gentili Presidi del Liceo classico Forteguerri, liceo artistico Petrocchi di Quarrata e Istituto commerciale Capitini di Agliana, vogliate registrare il nostro sommesso consiglio dettato dalle recenti cronache giudiziarie, anche televisive: alla riapertura dell’anno scolastico, disponete un bel comunicato stampa, nel quale la vostra Istituzione scolastica (sostenuta dalle tasse di noi cittadini) fa una bella retromarcia e prende le dovute distanze dall’iniziativa che era stata solennemente annunciata con tanto di applauso e un accattivante cyber-nome: time@scuole e proposta dalla cooperativa Astir: ve la ricordate? Ricordatèvela!

Tutto questo in modo preventivo prudenziale; siamo d’accordo in attesa dell’auspicata chiarezza  processuale sulla figura della patrona di Astir, Loretta Giuntoli: era lei che venne a presentare il progetto.

Ve la ricordate? I ragazzi, devono sapere che il corso, potrebbe essere “drogato” da precedenti atti criminosi.

Siete d’accordo, o no?

Loretta Giuntoli, Ceo di Astir

Non vorremo scoprire un brutto giorno, che i venti ragazzi disabili, sono stati usati solo per intercettare l’approvazione della pubblica opinione a un progetto di supporto e indirizzo al lavoro dei vostri allievi.

A proposito, è forse troppo chiedere come è stato giustificato il finanziamento erogato dalla società cooperativa Astir per il progetto time@scuole?

Si tratta di 50.000 euro – si dice nel comunicato – ma erano elargizione gratuita o un’anticipazione di maggiori fondi comunitari?

Si tratta di una opera pia o di una opera denojanti?

Qualche ispettore dell’Ufficio della scuola (provveditorato) ha fatto delle verifiche? Dobbiamo fare una formale richiesta di accesso agli atti o ci risponderete direttamente, così per trasparenza?

Buon Anno, soprattutto agli allievi, ancora (per poco) ignari.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “(de)formazioni. ELARGIZIONE LIBERALE O BUSINESS?

Lascia un commento