defragaizzati. I CODARDI

La squadra degli assessori fragaifriendly ha promosso una conferenza stampa alla quale non siano stati invitati. Da oggi, saremo anche “deconferenziati”, oltre che “non attovagliati” dagli Assessori in fuga

 

Assessore in fuga: la Valentina Noligni non risponde né ai giornalisti, né agli elettori

AGLIANA. Dopo l’irresponsabile dimissione in blocco della giunta aglianese, ci lusinga sapere che Italo Fontana abbia tenuto una conferenza stampa al Packy bar ignorandoci e invitando solo i giornali strutturati nella sede del Pd.

Del resto i nostri tentativi di interviste telefoniche sono stati sufficienti a comprendere l’arcano: non ci ha risposto, lasciandoci alla segreteria automatica.

Fontana, ha fatto meglio della Valentyna (Noligni) e della Luysa (Tonioni) che ci hanno messo nella black list del telefono, tutti si sono dati alla fuga, senza rispondere alle nostre domande, e dunque agli elettori ingannati.

Sono stati dei codardi, tradendo la fiducia loro data dalla cittadinanza, fuggendo dalle loro responsabilità politiche e così facendo una figura di m… (direbbe Emilio Fede).

Ryno ha ordinato le dimissioni in blocco

Ordunque, sulla conferenza di oggi, non crediamo di dover ricevere altre notizie di interesse per i lettori: parlano i fatti, ovvero le pesanti evidenze e contestazioni portate a galla dall’opposizione di centro destra che – nell’affiatato tandem Baroncelli/Benesperi – ha dimostrato di svolgere benissimo il suo lavoro di opposizione.

Gli assessori con un grande eufemismo, dicono che è venuta meno la fiducia, ma in realtà, sono stati i loro comportamenti a dimostrare l’incapacità e incompetenza amministrativa, mentre al Sindaco Mangoni, potrà essere solo contestato di non aver aperto gli occhi prima, giacché noi glielo abbiamo scritto, chiaro e tondo: ti stanno fregando!

Le dimissioni in “blocco” del terzetto sono state la conferma di una cupola che sovrastava la Giunta, con la supervisione (suona meglio di “commissariamento” che lasciamo al Sindaco Mangoni) del Fragai, assessore laico spedito dal Pd pistoiese nel 2014.

Paolo non canta più: dichiarato politicamente “non igienico” non è gradito ad Agliana almeno fino a lunedì 10 giugno

I “poteri forti” dei quali abbiano avuto notizie per le dichiarazioni del Mangoni (ma la storia della 4 M è nota a tutti c’erano, e ci sono ancora) che ha ricevuto pressioni indebite.

La lobby dei costruttori è insediata nelle truppe piddìne che si presenteranno alle prossime amministrative con il volto di Vannuccini e il timbro di fabbrica del “vecchio che avanza”.

Scordatevi Paolo Magnanensi.

L’ex Sindaco non lo rivedremo ad Agliana, almeno fino a lunedì 10 giugno data di insediamento della nuova Amministrazione.

Magna-nensi avrebbe avuto un “daspo” politico dal Vannuccini, che non vuole che la sua immagine sia accostata al potente politico pistoiese, naufragato insieme a Ryno e ai suoi accoliti.

È il contrappasso dei potenti: il già amato mayor aglianese dopo la fuga dei suoi colonnelli è oggi diventato un soggetto “poco igienico” dal punto di vista politico (cliccatevi il nostro articolo di sei anni fa, ancora fresco!).

Marco Giunti ha duramente rimproverato i codardi per le loro dimissioni in blocco, autoconfessorie

Il Rynocommissario dando ordine di una dimissione in blocco  ha ottenuto il doppio effetto: attenuare uno scandalo, che sarebbe stato diversamente amplificato dallo stillicidio delle dimissioni “singole” e, inoltre, comporre un fronte comune sull’ipotesi di una crisi fiduciaria, presentata come bilaterale, sfuggendo alle pesanti interrogazioni che piovono sulla scrivania del Sindaco.

A niente rileva la dimostrazione di una fuga irresponsabile e dimostrativa del completo disinteresse per la comunità degli elettori amministrati.

Ordunque, la frittata è fatta,e anche il decano Marco Giunti ha duramente rimproverato gli  Assessori della sciagurata iniziativa di dimissione che ha gettato una pesante ipoteca sulla prossima tornata elettorale; Italo Fontana, duramente rimproverato dal Giunti della scellerata dimissione in blocco, avrebbe detto di “essere pronto a rientrare subito, se il partito lo chiede” dimostrando così di essere un uomo per tutte le stagioni.

Se vi piacciono così: accattativille.

[alessandroromiti@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email