democrazia. IL COMITATO PER IL NO DENUNCIA

Massimiliano Sforzi raccoglie firme
Massimiliano Sforzi mentre raccoglie firme

PISTOIA. Dopo un’attesa di mesi, mercoledì 27 luglio, il Consiglio Comunale di Pistoia avrebbe dovuto esaminare l’ordine del giorno presentato dal Consigliere Sforzi e altri contro lo stravolgimento delle nostre istituzioni democratiche.

Era una buona occasione per i sostenitori del sì e del no nel referendum, che si terrà in autunno, di esprimere le proprie argomentazioni nella massima sede istituzionale cittadina, rinunciando a facili slogan.

Purtroppo la maggioranza consiliare ha preferito sfuggire il confronto, facendo improvvisamente mancare il numero legale.

Il Comitato Pistoiese per il no, oltre a denunciare lo scarso rispetto di alcuni consiglieri per il ruolo pubblico cui sono stati eletti, prende atto e segnala all’opinione pubblica questa scelta che ha anche impedito, di conseguenza, l’esame di tutti gli altri provvedimenti all’odg e che è sintomo evidente che gli stessi sostenitori delle “riforme” dubitano della loro validità.

Il Comitato per il “no” Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento