depurazione. LEGAMBIENTE SMENTISCE PUBLIACQUA

E i soldi vanno in acqua...
E i soldi vanno in acqua…

PISTOIA. La pubblicazione annuale di Legambiente, Ecosistema urbano – Comuni (dati 2014), che fa il punto sulla situazione dei Comuni italiani sulla qualità di alcuni servizi pubblici come la qualità dell’aria, i consumi idrici domestici, i rifiuti prodotti ed altro, rivela anche un dato  molto basso per la capacità di depurazione rilevata per Pistoia.

Un 58% , che la pone al 95° posto su 104 città italiane e  che è ben lontano da quell’iperbolico 91%  tanto  reclamizzato dall’azienda  gestrice del servizio idrico.

A poco o nulla valgono le giustificazioni di Pubbliacqua sulla difficoltà di arrivare a tutte le frazioni collinari e montane.

Pistoia non è la sola ad avere un territorio  montuoso.  Altre città con territori simili hanno ben altre capacità di depurazione: tra le prime 15 che depurano al 100%, oltre a Milano, figurano città come Torino, Sondrio, Aosta, Bolzano, Modena.

Moltissime altre  hanno un livello prossimo al massimo: Parma al 97%, Siena al 98%, Trento al 99% e persino Prato che raggiunge il 98% ed è servita dalla medesima azienda.

Un merito invece ai cittadini che risultano essere i secondi più virtuosi d’Italia riguardo ai consumi idrici domestici.

Come dire “Con quel che costa, meglio usarne poca!”.

[sessa – legambiente pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento