DIALOGHI SULL’UOMO, 5000 BIGLIETTI VENDUTI NEL PRIMO FINE SETTIMANA

Pistoia. Dialoghi sull’uomo [foto Ray Banhoff]
PISTOIA. Eccezionale successo delle prevendite del festival di antropologia del contemporaneo Pistoia – Dialoghi sull’uomo: sono circa 5.000 i biglietti già venduti nel primo fine settimana. Lo scorso anno, nello stesso periodo, i biglietti erano stati 3.000.

Già sold-out la Nona Sinfonia di Beethoven, la cui esecuzione, in programma venerdì 26 maggio al Teatro Manzoni, è affidata all’Orchestra Leonore, con la direzione del Maestro Daniele Giorgi, ed è un omaggio all’ottava edizione del festival.

Esauriti inoltre i biglietti per la conferenza di John Eskenazi, uno dei maggiori studiosi dell’arte dell’Asia meridionale: “Il Buddha e Alessandro Magno” (28 maggio). Visto il grande successo, l’incontro è stato dunque spostato al Teatro Bolognini e sono stati messi in vendita nuovi biglietti.

Gli altri incontri più gettonati: Serge Gruzinski (“La storia ci rende umani. Alcune lezioni dal passato” | 27 maggio); Michela Marzano (“A cosa serve la cultura oggi?” | 27 maggio); Paola Mastrocola (“Cultura e scuola: sinonimi o contrari?” | 28 maggio); Marco Paolini (“Pistoia: Tecno-filò. Technology and me” | 28 maggio); Toni Servillo (Toni Servillo legge Primo Levi. Il canto di Ulisse | 27 maggio).

Richiestissimi inoltre i biglietti per l’incontro “La forza del dialogo”, con lo scrittore David Grossman che sarà sul palco di Piazza del Duomo sabato 27 maggio con Paolo di Paolo. Per l’occasione David Grossman riceverà il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo, novità di questa edizione, che premia una figura del mondo culturale che con il proprio pensiero e la propria opera abbia testimoniato la centralità del dialogo per lo sviluppo delle relazioni umane.

Grandissima la soddisfazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e di Pescia, dell’Amministrazione Comunale e della direttrice del festival Giulia Cogoli: il record di prevendite attesta un consenso caloroso e sempre crescente del pubblico, che ha premiato la scelta del tema “La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e scambi”, che richiama la nomina di Pistoia a Capitale Italiana della Cultura.

I biglietti del festival sono in vendita a Pistoia presso la biglietteria La Torre (via Tomba di Catilina 5/7), dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30; domenica dalle 15 alle 19.30 (tel. 0573.371305).

Inoltre, i biglietti sono acquistabili in Italia nei punti vendita segnalati su www.vivaticket.it, con diritto di prevendita del 10%.

Gli appuntamenti in programma sono tutti a pagamento (€ 3,00 le conferenze; € 7,00 gli spettacoli), ad eccezione della lectio di apertura di Salvatore Settis “Cieli d’Europa. Cultura, creatività, uguaglianza” e della mostra fotografica “In festa. Viaggio nella cultura popolare italiana” di Gianni Berengo Gardin (Sale Affrescate del Palazzo Comunale), entrambe gratuite.

Con il biglietto dei Dialoghi sarà possibile accedere gratuitamente ai principali musei della città che per l’occasione avranno aperture straordinarie e visite accompagnate: Museo Civico – Centro di documentazione Giovanni Michelucci; Palazzo Fabroni Arti Visive Contemporanee, Museo della Sanità pistoiese. Ferri per curare; Casa – studio Fernando Melani; Museo Marino Marini; Museo del Ricamo; Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia “Arte pistoiese attraverso i secoli”.

Informazioni di dettaglio su orari e prenotazioni per le visite sul sito dei Dialoghi nella sezione “Musei e mostre”.

Da quest’anno è attiva una convenzione con Trenitalia: presentando un abbonamento regionale Trenitalia o un biglietto del treno per Pistoia, convalidato in giornata, si potranno acquistare i biglietti dei Dialoghi a tariffa ridotta (€ 2,00 le conferenze; € 4,00 gli spettacoli).

Informazioni sul sito www.dialoghisulluomo.it

[delos]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento