“DIARIO DI VIAGGIO” DEI BEI TEMPI CHE FURONO

Il Libro
Il libro

PISTOIA. Diario di viaggio nei territori disegnati da Leonardo da Vinci, ultimo libro di Sandro Danesi, economista pistoiese presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, cattura fin dalla copertina l’attenzione del lettore. Sicuramente contribuisce il titolo, dove spicca il nome di Leonardo da Vinci, accostato in maniera inusuale alle zone della Valdinievole, della Montagna Pistoiese, di Pistoia e del Montalbano.

L’impressione, fin da subito, non è quella della solita guida, in cui le località e le bellezze dei luoghi da vedere sono presentati in maniera asettica e consumistica come in un catalogo in cui si sceglie il prodotto migliore da comprare. Non è infatti una guida ma, come suggerisce il titolo, un diario di viaggio, un diario di altri tempi, come usavano fare i viaggiatori dell’800, a cui l’autore si è ispirato, su cui giorno dopo giorno, si appuntavano luoghi ed impressioni.

Le foto fatte dall’autore, diventano illustrazioni strappate al passato e la stessa carta utilizzata, tipo pergamena, di un delicato color beige, della miglior tradizione cartaria di Pescia, contribuiscono ed aumentano la sensazione gradevole di trovarsi di fronte ad un qualcosa di diverso.

Le quattro sezioni in cui è suddiviso il diario di viaggio si aprono con una cartina schematica delle località da visitare ed una scheda sintetica in cui, l’autore, rifacendosi ad una tradizione antica ormai desueta, ma piacevolmente attualizzata, vengono riportate le distanze chilometriche dalle principali città italiane. Alla fine di ogni itinerario alcune pagine sono poi lasciate intenzionalmente in bianco, per consentire al viaggiatore-scrittore di annotare i suoi personali appunti di viaggio.

Per impostazione il libro richiama alla memoria I Miei Ricordi di Massimo d’Azeglio del 1867 o la Guida della Montagna Pistoiese, data alle stampe l’anno successivo dalla Tipografia Cino Vannucci di Pistoia. Gli itinerari descritti sono introdotti non a caso utilizzando brani d’illustri letterati locali vissuti tra il XIX e il XX secolo.

Il lettore-viaggiatore giungendo al Montalbano, troverà nientemeno che Renato Fucini a descrivere i facili colli toscani come se fossero su quel ramo del lago di Como del Manzoni: Percorrendo il crine di quel monte che, staccandosi dall’Appennino a Serravalle, va a perdersi con dolci declivi nelle strette gole della Golfolina, presso Signa, l’alpinista discreto che non aspiri alle pericolose glorie del camoscio, può incontrare i suoi stupendi quadri, dei quali l’amica natura ha fatto tanto ricca e malinconica la poesia dei nostri facili colli toscani.

Itinerari, oggi forse secondari, fuori dalle mete turistiche più ambite, ma non per questo meno affascinanti, come l’Appennino Pistoiese o la Svizzera Pesciatina, capaci di schiudersi al visitatore con panorami mozzafiato.

Sandro Danesi
Sandro Danesi

Un libro pensato e strutturato per rimandare ai viaggi fatti in treno e in carrozza dei primi del 900, quando il primo elemento da considerare era appunto la distanza. Una guida che invoglia a pianificare nel proprio territorio un piccolo viaggio, per scoprire con occhi diversi e più attenti il bello, purtroppo anche trascurato, che ci circonda. Il suggerimento è quello di lasciare l’auto in garage e preferire i mezzi pubblici, come la corriera o meglio ancora il treno, per riscoprire non solo i luoghi ma anche l’esperienza del viaggio.

Un libro si direbbe oggi slow, che lascia molto al lettore, alla sua fantasia e alla sua voglia di riscoprire e riscoprirsi. Un libro di altri tempi, non un e-book.

CHI È SANDRO DANESI

Sandro Danesi, pistoiese nato nel 1973, economista, è Dottore di Ricerca in Politica Economica all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Dopo una Laurea Magistrale in Economia Applicata, un Master in Marketing Territoriale e successivi esami specialistici nell’ambito del Master in Sviluppo Territoriale Turistico e Valorizzazione dei Beni Culturali conseguiti nella medesima università ed una Laurea in Marketing e Comunicazione d’Azienda presso l’Università degli Studi di Urbino, ha coniugato l’attività professionale con l’attività di ricerca universitaria.

Si occupa di Consulenza di Direzione per le imprese con particolare attenzione agli aspetti economici e finanziari e per gli enti pubblici quanto agli investimenti nelle opere pubbliche ed alla valorizzazione e promozione del territorio. Collabora con il Laboratorio di Economia Locale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, con il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze facendo parte dell’Unità di Ricerca in “Documentation and Management of Small Historical Settlments” e del corpo docente nell’ambito del Corso di Perfezionamento in “Documentazione e gestione degli insediamenti storici minori”, nonché con alcuni istituti di Istruzione Secondaria.

Tra le sue pubblicazioni: Il ruolo dell’economista di impresa come agente di sviluppo locale (2014); Il patrimonio culturale quale fattore trainante del Made in Italy (2012); Passato, presente e futuro: il ruolo della formazione professionale nelle micro e piccole imprese (2012); Attrazione dei talenti: il ruolo delle Università e delle città (2011); Occasione Commercio. Il commercio come fattore strategico per lo sviluppo del territorio e dell’occupazione (2009).

IN SINTESI

  • Titolo: Diario di viaggio nei territori disegnati da Leonardo da Vinci
  • Autore: Sandro Danesi
  • Editore: Olos Editore
  • Dati: aprile 2015, 200 p., brossura
  • Prezzo: 14,90

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento