DIFFICOLTÀ DI BILANCIO: LA GIUNTA NON REGGE LE CRITICHE

La lettera dell'Assessore Belliti
La lettera dell’Assessore Belliti

PISTOIA. Il Pdl prima e i 5 Stelle poi sembrano aver turbato i sonni della Giunta Bertinelli a causa delle critiche scagliate, come freccette da lancio, contro la decisione del Ragioniere Capo di chiudere i rubinetti della cassa.

Bertinelli è intervenuto con una nota ufficiale (vedi), poi oggi, la Vicesindaco Belliti ha fatto sentire la sua voce con il documento che riportiamo qui di séguito.

Nella replica dell’Assessore, peraltro discussa proprio nel pomeriggio di oggi 16 luglio in commissione, dove il Capogruppo Sarteschi ha riconosciuto l’opportunità-necessità politica di informare subito il Consiglio e la Commissione Bilancio in caso di provvedimenti urgenti ed eccezionali, sembra che sul piano formale sia sfuggito che l’art. 7 del regolamento di contabilità del Comune prevede l’obbligo, per il Ragioniere Capo, di inviare note su eventuali problemi di equilibrio del Bilancio anche al Presidente del Consiglio, l’avvocato Niccolai: cosa che non è avvenuta.

Ecco il testo-Belliti:

Al Presidente della I Commissione Consiliare
e p.c.
Al Sindaco
Agli Assessori
Ai Dirigenti
Al Segretario Generale
Al Presidente del Consiglio Comunale
Ai Consiglieri Comunali
Oggetto: Risposta a Vs. Protocollo n.51548 del 15.07.2014

Gentile Presidente,

ricevo la Sua lettera e immediatamente La riscontro sia per quanto riguarda il metodo sia il merito. Lei ha letto sulla stampa la decisione di sospendere gli impegni di spesa fino a nuovo ordine, perché la lettera inviata dal Dr. Ancillotti è stata resa pubblica dai consiglieri Semplici e Capecchi, che ne hanno fatto oggetto di legittimo commento politico, per quanto costellato da una serie di inesattezze che l’Amministrazione Comunale ha prontamente teso a correggere.

Non si vede il motivo per cui la Giunta o il Ragioniere Capo avrebbero dovuto preventivamente informare la Commissione, trattandosi di un atto gestionale dettato da motivi di prudenza e teso a raccogliere immediatamente, nel lavoro quotidiano, la raccomandazione espressa dal Collegio dei Revisori sul rendiconto 2013.

Come abbiamo già dichiarato, non è la prima volta che viene adottato un simile provvedimento, che rientra nelle prerogative proprie del Dirigente del Servizio Finanziario il quale, secondo il principio di piena e leale collaborazione, ha sempre condiviso con la Giunta, e con il Sindaco che lo ha nominato in quell’incarico, il lavoro di gestione e controllo del bilancio.

Sempre relativamente al metodo, La invito a studiarsi in maniera approfondita il Tuel, in particolare agli art. 42 sul Consiglio Comunale, art. 48 sulle competenze della Giunta, art. 50 sui poteri del Sindaco, art. 107 sulle funzioni della dirigenza.

Daniela Belliti, Vicesindaco di Pistoia
Daniela Belliti, Vicesindaco di Pistoia

Il buon funzionamento della Pubblica Amministrazione dipende in primo luogo dalla capacità di ciascun organo di svolgere il proprio compito secondo le relative competenze e responsabilità. In questo caso, ripeto, siamo di fronte ad un atto di pertinenza dirigenziale e di natura meramente tecnica, che in teoria potrebbe essere assunto in maniera del tutto autonoma dall’organo politico.

Sul piano del merito intendo richiamare i consiglieri al fatto che la discussione sul bilancio è praticamente permanente. Ci fosse stata più attenzione al bilancio vero e proprio quando abbiamo approvato il preventivo 2014, il Consiglio Comunale avrebbe potuto già apprezzare il fatto che era stata prevista l’anticipazione di cassa, introducendo un capitolo di spesa a sua copertura; che era stato allocato un fondo di svalutazione crediti molto consistente a fronte di entrate incerte; che i principi dell’armonizzazione contabile avrebbe reso il bilancio trasparente in ogni sua parte.

In occasione dell’ultima discussione sulle prime due variazioni di bilancio, abbiamo analizzato la criticità del Fondo di riserva; mentre apportando la modifica alla delibera sulle aliquote Tasi, abbiamo reso edotto prima la Commissione e poi il Consiglio sulla situazione degli incassi Imu e Tasi, con le diverse tipologie di entrata, avendo avviato il monitoraggio richiesto dalla raccomandazione votata unanimemente dal Consiglio Comunale in sede di bilancio di previsione 2014.

Il Consiglio Comunale sta egregiamente svolgendo la sua funzione di indirizzo; è interesse della Giunta, ma ancora prima dei cittadini, che venga svolta altrettanto efficacemente la funzione di controllo, nel rispetto delle regole e delle relative competenze.

Cordiali saluti

Daniela Belliti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento