diocesi. MONSIGNOR GASTONE SIMONI VESCOVO DA 30 ANNI. IL 6 GENNAIO 1992 FU ORDINATO DA GIOVANNI PAOLO II

Prato ricorda l’anniversario il giorno dell’epifania con la messa in Cattedrale presieduta da Monsignor Simoni

L’Ordinazione episcopale di Monsignor Gastone Simoni

PRATO. Vescovo da trent’anni. Importante anniversario per monsignor Gastone Simoni che il 6 gennaio 1992 ricevette l’ordinazione episcopale per le mani di Giovanni Paolo II. In settecento partirono da Prato per partecipare alla messa nella basilica di San Pietro a Roma. Con loro anche l’allora sindaco Claudio Martini e i sindaci di Vaiano, Vernio e Cantagallo. Per la diocesi e la città si trattò di un momento storico: l’arrivo di un nuovo Pastore dopo il lungo episcopato di monsignor Pietro Fiordelli, primo vescovo residenziale di Prato.

L’ingresso avvenne il mese successivo, il 23 febbraio, dopo una preparazione intensa e con la partecipazione di oltre diecimila persone, in piazza Duomo, dove monsignor Fiordelli — presenti molti Vescovi della Toscana — consegnò il pastorale al suo successore.

Il mandato di Simoni a Prato è durato vent’anni ed è terminato nel 2012 per limiti d’età. Nel suo primo incontro con i pratesi, il nuovo Vescovo fece questo invito: «restiamo tutti uniti gli uni agli altri fratelli e sorelle, siamo tutti uniti col cuore in mano gli uni agli altri. È così che serviremo davvero il Signore».

Un appello all’unità di intenti tesa al raggiungimento del bene comune che ha sempre caratterizzato il suo magistero.

La Chiesa di Prato farà particolare memoria di questo anniversario nello stesso giorno dell’Epifania, domani giovedì 6 gennaio. Alle 10,30 in duomo mons. Simoni presiederà il solenne pontificale concelebrato dal vescovo Giovanni Nerbini. La messa è trasmessa in diretta su Tv Prato.

[diocesi di prato]

 

Diocesi di Prato

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email