disastro sanità. «MEGAPARCO DI PINOCCHIO? NO, OSPEDALE IN DISARMO»

Pinocchio e Sanità: organi sostanzialmente compatibili...
Pinocchio e Sanità: organi sostanzialmente compatibili…

PESCIA. È di pochi giorni fa la notizia dell’ormai prossimo avvio ai lavori per realizzare, di qui a cinque anni, uno splendido e moderno “Parco di Pinocchio”. Se, quanto annunciato, troverà realizzazione, sarà una grande occasione di rilancio per la città di Pescia e per i distretti vicini. Grandi opere, molti posti di lavoro, un grande impulso alle attività ricettive ed a tutto l’indotto potenziale!

Pertanto la “Valle dei Fiori” si appresta ad essere allegramente invasa da migliaia e migliaia di bambini e dalle loro famiglie. Ci auguriamo per loro che continuino a godere di ottima salute anche durante la loro vacanza. Infatti, se da una parte si progetta questa splendida opera, dall’altra si sta progressivamente smantellando l’Ospedale di Pescia.

Arriveranno migliaia di bambini… bene non c’è più la Pediatria eccetto uno striminzito servizio di guardia. Arriveranno molti genitori e nonni ancora giovanili… bene, speriamo abbiano tutti coronarie indenni perché il servizio di Emodinamica è ormai solo più a Pistoia. È diventata infatti prassi comune che il “paziente cardiologico”, visto in pronto soccorso a Pescia, venga poi trasferito a Pistoia in Emodinamica e, avvenuto l’intervento, molto spesso, venga ri-trasportato, fresco di angioplastica, in reparto a Pescia data la cronica carenza di posti letto a Pistoia.

Anche l’Oculistica è in smobilitazione soprattutto per l’attività chirurgica. Ed anche questo potrebbe essere un settore delicato a fronte di alte concentrazioni infantili in un grande parco giochi.

Bene, non vogliamo essere tacciati di allarmismo, in fondo perché un mega-parco di divertimenti dovrebbe mai avere un ospedale efficiente a due passi (peccato perché fino a un po’ di anni fa lo era eccome)? Sarà più che sufficiente un valido “Servizio 118”. Peccato, proprio oggi, la stampa locale riporta il grido d’allarme dei medici del 118 provinciali ormai così ridotti da rischiare di non coprire i turni di servizio!

Dott. Giuseppe Fiore, Resp. Sanità “Lega Nord” Pistoia e Provincia
Dott.ssa Luciana Bartolini, Resp. Sanità “Lega Nord” Pistoia e Provincia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “disastro sanità. «MEGAPARCO DI PINOCCHIO? NO, OSPEDALE IN DISARMO»

Lascia un commento