disastro strade. CONTINUANO I DISAGI PER CITTADINI E AZIENDE AGRICOLE

Coldiretti Pistoia:“In questi giorni è interrotta per manutenzione la traversa di Pracchia, che collega San Marcello-Piteglio con Sambuca Pistoiese. C’è bisogno di strade affidabili da subito sulla montagna pistoiese”

Traversa di Pracchia

MONTAGNA. Continuano i problemi alla viabilità sulla Montagna Pistoiese.

In questi giorni è interrotta per manutenzione la “traversa di Pracchia”, che collega San Marcello-Piteglio con Sambuca Pistoiese, che costringe cittadini e imprese agricole a scendere a valle a Pistoia e poi risalire.

“Una interruzione che dopo i disagi porterà ad un miglioramento della viabilità – spiega Coldiretti Pistoia –, ma è l’intera rete stradale della montagna che ci preoccupa”.

Sempre nella zona di Sambuca, al confine con l’Emilia Romagna proseguono i lavori di manutenzione sulla statale 64. Anche in conseguenza delle nevicate invernali, il pessimo stato del fondo di tante strade comunali e provinciali (per esempio la 18, verso Spignana) rende ancora più difficile “fare impresa agricola” in montagna.

Uno stillicidio continuo di problemi di viabilità che danneggia coloro che vivono e lavorano in altura (in alcuni casi ben oltre i 1000 metri di quota), “custodi” di un territorio difficile dove spesso assumono la funzione di primo baluardo nei confronti dei rischi legati al dissesto idrogeologico.

“Lo fanno con consapevolezza e per scelta, ma – spiega Coldiretti Pistoia –, aziende agricole al pari di residenti e altre attività economiche non debbono necessariamente trasformarsi quotidianamente in eroi per andare avanti”.

C’è bisogno di strade affidabili da subito sulla montagna pistoiese. Occorre il massimo impegno di tutti i soggetti coinvolti, accelerare i lavori programmati ed ottenere ulteriori risorse, per porre termine all’emergenza continua sulle strade della nostra montagna, spiega l’associazione.

Oltretutto, ai problemi atavici della viabilità sulla montagna pistoiese, si è aggiunta il perdurare dell’emergenza Covid che rende la vita in montagna ancora più complessa.

Una situazione grave, che pregiudica le tante iniziative e investimenti in montagna, commenta Coldiretti che, con spirito di collaborazione, ribadisce l’invito alle istituzioni coinvolte di mettere in pratica da subito tutte le strategie necessarie a risolvere i problemi.

[coldiretti pistoia]

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

 

#Telegram

#Twitter

#Facebook

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email