discarica del cassero. I SOLDI PER LA BONIFICA POST MORTEM DELL’IMPIANTO DOVE SONO FINITI?

È la richiesta che avanza Fdi-An locale. La spesa di questa operazione ammonterebbe a circa 10-15 milioni di euro
Cassero, ancora chiuso il cancello della discarica

SERRAVALLE. Abbiamo appreso dagli organi di stampa che la discarica del Cassero rimarrà chiusa. L’istanza per il dissequestro presentata dai legali di Pistoiambiente infatti è stata respinta per la terza volta dal Tribunale del Riesame di Pistoia.

Come sappiamo l’incendio del luglio 2016 ha fatto emergere una grave irregolarità, ancora una volta confermata: negli ultimi tre anni di attività all’interno dell’impianto del Cassero sono state conferite oltre 30.000 tonnellate di rifiuti speciali da smaltire (il 27% del totale), risultate non ammissibili nel corso dell’indagine della magistratura, ma accettati avventatamente dal gestore senza i controlli prescritti dalla legge, nonostante arrivassero da altri impianti di trattamento con informazioni generiche circa la loro composizione.

Secondo i termini previsti dalla convenzione nel 2021 la discarica — a prescindere dal sequestro o eventuale dissequestro e da molto improbabili proroghe — cesserà di funzionare definitivamente; dopo saranno necessari altri 30 anni per la bonifica del terreno, che sarà a carico di Pistoiambiente.

La discarica del Cassero

Ricordiamo ai cittadini che, benché avessimo chiesto più volte alle precedenti amministrazioni di farsi garanti del fondo destinato a tale scopo dall’azienda, queste sembrano essersi totalmente disinteressate della faccenda, che adesso diventa però una questione davvero rilevante e preoccupante per tutta la comunità civile.

Dove sono finiti i soldi necessari per la bonifica post mortem della discarica? Ci risulta che le somme di denaro accantonate dal gestore siano state convertite in debiti futuri.

E le fideiussioni, che per qualcuno sono fonte di sicurezza, non si rinnovano facilmente se non ci sono sufficienti garanzie.

Allora chi si accollerà la spesa di questa operazione necessaria che ammonta a circa 10-15 milioni di euro?

Sappiano i serravallini che se i soldi non saltano fuori saranno loro a dover vuotare le tasche, pagando così a caro prezzo l’irresponsabilità e la noncuranza di amministratori che, invece di agire nell’interesse della collettività, erano dediti solo a mantenere i propri privilegi e le proprie poltrone.

 FdI-An Serravalle Pistoiese

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “discarica del cassero. I SOLDI PER LA BONIFICA POST MORTEM DELL’IMPIANTO DOVE SONO FINITI?

Lascia un commento