DISCARICA DI VIA TOBAGI: LE CENERI? BETTI NEGA E RINVIA

Archiviazione Dell’Anno
Archiviazione Dell’Anno

MONTALE. [a.r.] A distanza di quasi due anni dalla denuncia della discarica delle ceneri al di sotto dell’inceneritore, niente si è ancora mosso.

Il Comitato antiniceneritorista ha scritto una nota di sollecito e protesta agli enti di controllo che sembrano tutti distratti riguardo all’esatta allocazione della discarica e alle responsabilità delle amministrazioni del periodo dell’ampliamento del forno (era il 2007); e pare che abbiano chiuso entrambi gli occhi venendo meno agli obblighi di esperire le consulenze geologiche del caso.

Nell’ultimo consiglio comunale, il Sindaco Betti ha negato di avere assistito alla sessione dal “tavolo tecnico” del gennaio scorso, presieduta dal geometra Mario Antonelli: ma vogliamo essere noi a ricordargli – dato che sembra fragile di memoria – che, in veste di semplice cittadino di Montale (era il 24.2.2014), lui stesso presenziò alla pubblicazione dello storico documento video sulla discarica storica dell’inceneritore. C’eravamo anche noi e lo rammentiamo benissimo.

A questo punto riteniamo interessante pubblicare la formula di archiviazione redatta dall’allora Procuratore Capo, dott. Renzo Dell’Anno, il 28 novembre 2008, a chiusura dell’istruttoria conseguente alle indicazioni segnalate dall’impresario Paolo Vagnozzi: «I fatti indicati dal Vagnozzi sono risultati inconsistenti, le indagini hanno individuato fatti molto risalenti nel tempo di cui non è certa la natura, non meglio determinabile senza adeguate consulenze, attività non consentita per l’intervenuta prescrizione (ove mai si trattasse di reato)».

L’ex Procuratore Capo Renzo Dell’Anno
L’ex Procuratore Capo Renzo Dell’Anno

A nessuno passò per il capo, neppure per un istante, una pallida idea di “principio di precauzione”, caso mai le polveri fossero state seppur remotamente nocive e tali da rilasciare ipotetici pericoli di avvelenamenti del suolo diluiti nel corso dei decenni, come accade spesso e volentieri in Italia finché non si scopre una morìa…

La partita è stata dunque, ancora una volta, democraticamente rinviata alla prossima riunione del tavolo tecnico approntato.

Diciamolo chiaro: sembra proprio che il diritto costituzionale alla salute stia a cuore solo a quel pezzo di carta inutilizzato che costò vent’anni di fascismo, una guerra mondiale e una guerra civile.

Scarica: Dell’Anno – Archiviazione

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “DISCARICA DI VIA TOBAGI: LE CENERI? BETTI NEGA E RINVIA

  1. Il sindaco BETTI, da oltre 90 giorni evita di darmi un appuntamento, perché?, attendo, sono paziente.

    Il sindaco BETTI, è affidabile, nega sempre tutto.

    Nessun testimone presente al “tavolo tecnico” del gennaio scorso?
    nega di aver assistito.

    Il BETTI, nel febbraio 2014 era candidato a sindaco di Montale, personaggio noto, presente alla pubblicazione dello storico documento video sulla discarica dell’inceneritore, ancora una volta nega.

    Nessun video, audio, una semplice foto per dimostrare che lui era lì, in carne e ossa.
    Non è possibile …

    Pier

Lascia un commento