dissesti. AGLIANA VERSO IL DEFAULT?

Maurizio Ciottoli
Maurizio Ciottoli

AGLIANA. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato diffuso dal gruppo Fdi/An, relativo alla minaccia di dissesto finanziario che vede esposta l’amministrazione di Agliana:

Il recente Consiglio Comunale ha scritto una scandalosa pagina – forse la peggiore in assoluto – di mala gestione amministrativa con effetti che saranno a breve dirompenti: la vicenda “esproprio Gentili” (insediamento Le Lame-Peep) ha radici storiche lontane, ma conseguenze che andranno a colpire le future generazioni con un pesante pregiudizio della qualità della vita per il depauperamento delle infrastrutture della cittadina.

Nel metodo, questo gruppo politico d’opposizione, denuncia e protesta la disinvolta scelleratezza dell’amministrazione: quella votata non è stata una verifica o assestamento di bilancio (così annunciata dall’incompetente Assessore Valentina Noligni) ma un vero “terremoto finanziario” con un valore ancora ignoto ma stimabile in un milione e mezzo di euro, trattato con somma irresponsabilità decisionale, superficialità e supponenza.

Ridicola la posizione dell’Assessore Fontana che, pur di evitare una trattazione della responsabilità del partito – con il riconoscimento di colpa delle giunte succedutesi targate Pci, Pds, Pd –, interviene in consiglio lamentandosi dell’efficienza e tempestività del Tar (approvando così un mondo alla rovescia) che “avrebbe anticipato la sentenza di un anno”: Fontana, riteneva preferibile procrastinare la decisione del Tribunale regionale, per non trattare la vergognosa vicenda?

Questa è la visione del mondo del politico dem, forse affidato alla speranza di una rivoluzione renziana del Paese alla maniera di Erdogan?

Una Giunta giovane, ma con modi da PCUS...
Una Giunta giovane, ma con modi da Pcus…

Nel merito, i cittadini di Agliana hanno finalmente un tangibile esempio di incompetenza e scelleratezza dell’azione di un governo di sinistra che non persegue, come dimostra la vicenda, il tanto “predicato” bene comune, ma interessi diversi che hanno probabile ragione nella soddisfazione di signorie locali.

Emblematica l’assenza della consigliera di maggioranza d’area ciampoliniana (non ancora, però, erdoganiana) Lucia Salaris, che dopo aver navigato per lungo tempo sul vascello dei tre partiti responsabili del misfatto come consigliere politico decisore, si sottrae al rendiconto pubblico.

I cittadini di Agliana, si appuntino questa vicenda e la trasmettano con chiarezza ai propri figli che vedranno cadersi addosso gli effetti pratici dei disservizi, ma soprattutto se ne ricordino al momento del voto amministrativo.

Maurizio Ciottoli
Fdi-An

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “dissesti. AGLIANA VERSO IL DEFAULT?

Lascia un commento